Simulatori di guida nei licei di Macerata, Civitanova e Tolentino

simulatore di guida 2' di lettura 27/03/2010 - Studenti e studentesse del liceo classico “Leopardi” di Macerata”, dei licei classico, scientifico e linguistico “Da Vinci” di Civitanova, dei licei e del tecnico commerciale “Filelfo” di Tolentino hanno ora la possibilità di acquisire a scuola la necessaria pratica per conseguire il patentino per motoveicoli e maggiore consapevolezza per un guida sicura.

I tre istituti scolastici, infatti, grazie al finanziamento concesso dalla Fondazione Carima, si sono dotati di altrettanti simulatori di guida di motoveicoli. La consegna e la presentazione delle strumentazioni si è svolta nella sede del liceo classico di Macerata dove il preside Sauro Pigliapoco ha organizzato una sobria cerimonia alla presenza dei suoi collegi degli altri istituti, della dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Carmela Pennisi, del coordinatore di educazione fisica Mauro Minnozzi. Per la Fondazione Carima è intervenuto il vice presidente Roberto Massi Gentiloni Silverj e per la Provincia l’assessore all’istruzione Nazareno Agostini il quale ha sottolineato come i tre istituti maceratesi siano tra i primi in Italia ad avere tale utile strumento in grado di far acquisire ai ragazzi un corretto comportamento di guida, ma anche norme comportamentali di educazione stradale.


“Un bell'esempio – ha detto Agostini - di come le nuove tecnologie possono contribuire a sviluppare i temi dell'educazione e dell'istruzione, in un contesto di forte collaborazione a rete fra le scuole, istituzioni come la Fondazione Carima e gli enti locali”. La dislocazione in tre ambiti territoriali provinciali offre la possibilità che, previe intese tra Istituti, anche altre scuole possano usufruire dei simulatori di guida. Questi permettono di simulare la guida del motociclo come nella realtà (anche nel rumore), tranne che per il senso di equilibrio. I ragazzi viaggiano in strade virtuali con segnaletica e situazione di pericolo identici alla realtà e così riescono a misurare il grado di preparazione, con la possibilità di correggere gli errori fatti rivedendo il filmato del percorso. E’ intervenuta anche la dirigente della Polizia stradale di Macerata, Stefania Minervino, che ha evidenziato il forte contributo che il simulatore di guida a scuola può dare per migliorare l'educazione stradale dei nostri ragazzi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2010 alle 12:43 sul giornale del 29 marzo 2010 - 548 letture

In questo articolo si parla di attualità, sicurezza, macerata, provincia di macerata, guidare, liceo