Tolentino: rinviata la rievocazione della 'leggenda del Ponte del Diavolo'

rievocazione della 'leggenda del Ponte del Diavolo' 3' di lettura 14/09/2010 -

Rinviato al prossimo 18 settembre l’ultimo appuntamento della rievocazione storica “Sul Ponte del Diavolo … tra storia e leggenda” previsto per l’11 settembre, per la concomitanza con la sfilata di moda in piazza della Libertà rinviata per maltempo.



La manifestazione del 18 settembre inizierà alle 21 con il corteo che partirà da piazza don Bosco per raggiungere piazza della Libertà dove ci sarà un piccolo spettacolo anche con la partecipazione della statua vivente “Dama bianca” con Vera Vu e dei giocatori della Disfida del bracciale di Treia, nonché sfilate, danze, artisti di strada, tamburini per poi proseguire al Ponte del Diavolo con altre esibizioni: la rievocazione della leggenda, la corsa all’anello e degustazione di prodotti tipici. Testimonial della serata sarà l’attore regista Edoardo Leo direttamente da “Un medico in famiglia” di Rai 1 e dal film “18 anni dopo”.

L’evento, organizzato dall’associazione culturale “I Ponti del Diavolo” di Tolentino in collaborazione con il Consiglio di contrada Pianciano – Ributino – Ancaiano – Calcavenaccio – Parruccia, aveva preso il via il 5 settembre con messa e rievocazione delle “antiche canestrelle” nella basilica di San Nicola alle 11.30, mentre quella per le chiese della città è stata rinviata per maltempo ed è stata inserita nell’ambito del programma di Tolentino Expò 2010. E’ seguito, poi, il 7 settembre in piazza della Libertà il gemellaggio tra i Ponti del diavolo con il comune di Gualdo Cattaneo, in provincia di Perugia. Per l’occasione sono giunti in città il gruppo storico ed il sindaco della cittadina umbra Andrea Pensi; l’assessore alla promozione del territorio Giuliano Sfascia; i consiglieri comunali Federica Becchetti e Fausto Corvara; il presidente della Pro loco di Gualdo Cattaneo, Augusto Rinalducci.

Il gemellaggio è stato sottoscritto dall’associazione culturale “I Ponti Del Diavolo” di Tolentino e la Pro Loco di Gualdo Cattaneo, rispettivamente dai rappresentanti Carla Passacantando ed Augusto Rinalducci, nonché dai sindaci delle due città, Luciano Ruffini per Tolentino ed Andrea Pensi per Gualdo Cattaneo. L’8 settembre, inoltre, in piazza della Libertà è stato consegnato il premio “Ponte del Diavolo” al cittadino tolentinate dell’anno edizione 2010 all’on.Roberto Massi Gentiloni Silverj per aver contribuito allo sviluppo della città di Tolentino. Un attestato d’onore è stato infine consegnato, su designazione del sindaco Luciano Ruffini, ad Andrea Passacantando, past president del Rotary club di Tolentino; don Francesco Cocilova, parroco del Tempio dello Spirito Santo; a don Lorenzo Ferroni, parroco della chiesa Sacro Cuore. Tutti e tre si sono impegnati per il bene della città.

Per l’occasione Massimo Massi Benedetti, past governatore del Distretto 2090° del Rotary, ha consegnato all’on.Roberto Massi il “Paul Harris” con due zaffiri in segno di riconoscimento e vicinanza al Rotary. Sono intervenuti il sindaco di Tolentino Luciano Ruffini, il consigliere regionale Francesco Comi, il prefetto di Macerata Vittorio Piscitelli. Tra i presenti l’arcivescovo di Camerino e San Severino mons.Francesco Giovanni Brugnaro, il colonnello Patrizio Florio in rappresentanza del comando provinciale dei Carabinieri, il capitano Cosimo Lamusta, comandante della compagnia dei Carabinieri di Tolentino.


da Associazione culturale I Ponti del diavolo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2010 alle 17:49 sul giornale del 15 settembre 2010 - 823 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, associazione culturale I ponti del diavolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b8G





logoEV