Monte San Giusto: famiglia pakistana sfrattata, senza casa con tre bambine

2' di lettura 14/09/2010 -

Ha fatto di tutti per cercare di evitare lo sfratto ma non c'è stato nulla da fare. Razzaq Mohammad, 38 anni, di origini pakistane ma ormai con cittadinanza italiana, da martedì non ha più un tetto ed è costretto a dormire in luoghi di fortuna insieme alla moglie e a tre bambine.



Dalla notifica dello sfratto Razzaq si è messo subito alla ricerca di una nuova casa per la sua famiglia ma i prezzi degli affitti erano tutti per oltre la metà del suo stipendio. In questo modo non gli sarebbe stato possibile sopravvivere. L'uomo ha chiesto più volte anche l'aiuto dei servizi sociali del comune ma non è servito a nulla. Martedì, dopo lo sfratto, Razzaq è andato in comune e lì è rimasto fino alla chiusura del municipio.

"Sono tornato a chiedere nuovamente aiuto -racconta Razzaq- chiedo che il comune mi aiuti a trovare una casa, è assurdo che non ci sia sostegno per le famiglie in difficoltà. Gli affitti delle case che avevo trovato finora erano tutto sui 600 euro, una cifra assurda". Razzaq contesta anche di essere stato "raggirato" al momento del rinnovo del contratto di affitto. "Mi avevano detto che alla scadenza del contratto di affitto il rinnovo si cosidera tacito -aggiunge- e quindi sapevo di avere casa fino al 2012 ma qualche mese fa mi è arrivato lo sfratto".

Razzaq, non conoscendo perfettamente la normativa, non sapeva che dopo il rinnovo tacito vale solo per il primo rinnovo contrattuale, mentre da quelli successivi serve una nuova firma del contratto d'affitto. "Avevo già rinnovato tacitamente il contratto e il proprietario mi disse che era così anche il secondo rinnovo -aggiunge- il punto è che ora sono senza una casa, con tre bambine e il comune non vuole aiutarci. Dice che non possono farci nulla. Ma io non ci credo".

Nelle foto alcuni momenti dello sfratto.








Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2010 alle 16:44 sul giornale del 16 settembre 2010 - 761 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, monte san giusto, sfratto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b7X





logoEV