contatore accessi free

No man's island in scena domani al teatro Don Bosco, un'esclusiva regionale

2' di lettura 02/02/2011 -

Tre momenti distinti, dedicati rispettivamente a video, letteratura e performance, per l'appuntamento di No man's island - solitudini da osservare, rassegna permanente di drammaturgia e critica, in scena giovedì sera al teatro Don Bosco.



Andare a teatro da spettatori e scoprirsi improvvisamente degli attori.
Queste le anticipazioni su “No man’s island -solitudini da osservare”, Rassegna permanete di drammaturgia e critica dove stavolta la telecamera punta su un “meccanismo” di coinvolgimento della platea, in un curioso spettacolo che i performer Fagarazzi&Zuffellato porteranno in esclusiva regionale al Teatro Don Bosco di Macerata.

L’evento, curato dall’Associazione di San Benedetto del Tronto Nessunteatro in collaborazione con il Comune di Macerata e l’Accademia di Belle Arti, è stato presentato lunedì dal vice sindaco Irene Manzi, dai direttori artistici Fabrizio Baleani e Matteo Ripari, e dall’organizzatrice Silvia Vagnoni, “Sarà un bel momento per riflettere su come si fa il teatro contemporaneo e d’avanguardia, è importante promuovere nel territorio le nuove forme d’espressione”, sostiene Irene Manzi.

La curiosità è per “Enimirc”, performance rivelazione del 2010 che “gioca sui diversi livelli dello sguardo e della percezione attraverso un processo di decostruzione citando crimini popolari e detti invisibili”, ha anticipato il direttore artistico Fabrizio Ripari. Ma altri due momenti di video e letteratura segneranno la giornata: presentazione (ore 18) del video “Al cuore” di Fabio Fiandrini (Bologna), videomarker vincitore di numerosi premi in festival internazionali, e l’incontro/dibattito a cura del giornalista e critico Graziano Graziani dal titolo “Lo stato gassoso della realtà. I teatri degli anni zero”. Gli ingressi sono gratuiti nel pomeridiano, ingresso singolo 10 euro allo spettacolo serale.

Ecco nel dettaglio i tre spettacoli:

Alle 18 sarà proiettato Al cuore, breve filmato che, partendo da un canovaccio emotivo comune alla maggior parte delle persone, consente di individuare, mediante la logica della stratificazione, l'itinerario che conduce al proprio personale cuore. Il video è stato realizzato da Fabrizio Fiandrini, videomaker pluripremiato in festival nazionali e internazionali, che, nella continua sperimentazione, coniuga l'esplorazione teatrale e la ricerca audiovisiva, con particolare attenzione al cinema contemporaneo, la videoarte, i live media e le installazioni interattive.

Alle 18.30 seguirà l'incontro - dibattito Lo stato gassoso della realtà. I teatri degli anni zero, a cura di Graziano Graziani, giornalista e scrittore, critico del settimanale Carta. All'interno di questo spazio, l'autore presenterà anche il suo primo romanzo: Esperia, la narrazione di un viaggio surreale che condurrà i protagonisti ad estraniarsi progressivamente dalla realtà e varcare un limite in modo quasi inconsapevole.

Alle 21 l'appuntamento è con Enimirc di Fagarazzi e I-Chen Zuffellato, attualmente tra i migliori performer del teatro d'avanguardia in Italia.






Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2011 alle 16:34 sul giornale del 03 febbraio 2011 - 823 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, giorgia giannetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/gXS