contatore accessi free

Riciclasse prosegue con successo, tredici le scuole coinvolte

2' di lettura 03/02/2011 -

Settanta chili di carta, ventisei di plastica e ottanta di raccolta indifferenziata. Questo il primo frutto di Riciclasse, il concorso per la riduzione dei rifiuti tra le scuole di Macerata.




Dopo la consegna delle attrezzature e lo svolgimento delle attività didattiche in classe, il Centro di educazione ambientale ha infatti effettuato i primi rilevamenti che consentono di stilare una prima classifica parziale (per la cronaca, la Leopardi del Convitto prevale per la plastica, la Ettore Rosa della Pace per la carta mentre la Rosa e la Natali si segnalano nella raccolta dell'indifferenziata).

Tredici sono le scuole elementari di Macerata impegnate da lunedì 17 gennaio nel concorso che ha l'obiettivo di strutturare la raccolta differenziata a scuola e ridurre la produzione di rifiuti. Il concorso è a cura del Cea Parco di Fontescodella in collaborazione con la Smea ed è una iniziativa degli assessorati Ambiente e Scuola del Comune di Macerata.

Queste le scuole coinvolte: Montessori, De Amicis, Medi, Ettore Rosa, Pertini, Salvo D'Acquisto, via Mameli, Anna Frank, Fratelli Cervi, IV Novembre, Dolores Prato, Natali e Giacomo Leopardi.

"In queste due settimane - dice Renzo Montanari del Cea - abbiamo effettuato sopralluoghi che hanno consentito di aggiustare il tiro, fugare dubbi e puntualizzare il metodo di svolgimento della raccolta che, lo ricordiamo, coinvolge e impegna anche insegnanti, dirigenti e bidelli; in linea generale le scuole hanno optato per un metodo di raccolta che deduce il risultato della raccolta indifferenziata come differenza tra il totale al netto della carta e della plastica". Il concorso ha infatti l'obiettivo di minimizzare la quantità di rifiuti non differenziabili e massimizzare la quantità di carta e plastica riciclabili.

Ogni scuola è stata dotata di una bilancia e di contenitori per la raccolta di plastica, carta e rifiuti indifferenziati. I premi finali andranno alle scuole che avranno minimizzato i rifiuti indifferenziati e massimizzato la raccolta differenziata di carta e plastica. Per ogni scuola è stata individuata una classe tutor (la quinta) che, dopo la lezione di educazione ambientale con la quale il Cea ha presentato il concorso, ha avuto il compito di sensibilizzare tutte le altre classi.

Il premio finale per i plessi che producono la minor quantità di rifiuti indifferenziati, la maggiore quantità di carta e la maggiore quantità di plastica è una dotazione di materiale di consumo (carta, colori e così via), mentre la classe tutor della scuola che produce meno rifiuti non differenziati potrà visitare un'area protetta, come il parco dei Sibillini, oppure l'impianto industriale impegnato nel ciclo "del riciclo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2011 alle 17:10 sul giornale del 04 febbraio 2011 - 619 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/gZ9