contatore accessi free

A Palazzo Buonaccorsi in mostra opere restaurate di Wladimiro Tulli

2' di lettura 15/02/2011 -

Il 28 febbraio 2003, a pochi giorni di distanza dall'apertura di un'importante mostra nella sede veronese di Palazzo Forti, moriva a Macerata Wladimiro Tulli, pittore che giovanissimo aveva fatto parte del Gruppo futurista intitolato a Boccioni.




Per ricordarlo, i Musei civici gli dedicano una piccola mostra che verrà inaugurata giovedì prossimo (17 febbraio), alle ore 18, nelle sale del piano terra di palazzo Buonaccorsi.

L'iniziativa, organizzata e promossa dal Comune di Macerata e dall'Istituzione Macerata Cultura Biblioteca e Musei, è frutto di una contingenza del tutto particolare: il restauro, avvenuto in due distinti laboratori, di alcuni pannelli su tavola che furono dipinti dall'artista maceratese negli anni '50 e seguenti, per la decorazione in interno di edifici cittadini. Una produzione stimolata e direttamente richiesta da alcuni architetti, quali Paolo Castelli e Marone Marcelletti che, all'insegna del comune amore per l'arte, si adoperavano per questo tipo di collaborazioni e coinvolgevano artisti quali Wladimiro Tulli, Umberto Peschi, Luigi Ricci, Paolo Magritilli e Sesto Americo Luchetti.

Il 17 febbraio, in occasione dell'inaugurazione dell'esposizione, sarà proprio l'architetto Paolo Castelli a ricordare quella particolare stagione e il suo sodalizio con Tulli, affiancato dal critico Lucio del Gobbo che presenterà le opere in mostra, illuminando il necessario confronto fra la loro specifica destinazione e la creatività dell'artista. La breve ricognizione critica si completerà con alcune riflessioni affidate alla professoressa Paola Ballesi, che toccheranno anche il tema della conservazione di tanta parte delle opere contemporanee.

"La mostra dedicata ad alcune opere di Tulli, è un'occasione - dice l'assessore alla Cultura, Irene Manzi - per valorizzare ulteriormente il museo e offrire opportunità per frequentarlo e conoscerlo meglio. Nello specifico questa mostra è all'insegna di un artista validissimo ed apprezzato che con le sue prestigiose opere, molte delle quali fanno parte del nostro patrimonio, ha arricchito il territorio".

La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al prossimo 6 marzo, escluso il lunedì, dalle ore 10 alle ore 18, con ingresso gratuito.






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2011 alle 16:46 sul giornale del 16 febbraio 2011 - 721 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/hqu





logoEV
logoEV