contatore accessi free

Pollenza, anticipato al 20 febbraio 'La bisbetica domata' con Vanessa Gravina

2' di lettura 16/02/2011 -

La bisbetica domata di William Shakespeare interpretata da Vanessa Gravina e Edoardo Siravo con la regia di Armando Pugliese andrà in scena domenica 20 febbraio al Teatro Verdi nel cartellone realizzato da Comune e Amat con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Marche.




Inizialmente annunciato per venerdì 25 lo spettacolo è stato anticipato per esigenze della produzione.

La bisbetica domata (The Taming of the Shrew) è una festa di trame incrociate, scambi d'identità, manipolazioni linguistiche. In una Padova reinventata dall'autore, viene descritta la vigorosa conquista dell'irrequieta Caterina da parte del caparbio Petruccio, avventuriero veronese, che sposa e soggioga l'intrattabile Caterina di Padova, attirato soprattutto dalla sua dote.

Commedia nella commedia, precede il dramma un prologo in cui un calderaio, Cristoforo Sly, è raccolto ubriaco da un signore, è portato al castello dove gli si fa la beffa di trattarlo al suo risveglio come se fosse un gentiluomo che dopo lungo tempo ha ripreso l'uso della ragione e assiste alla commedia de "la bisbetica domata". In questa commedia Shakespearedimostra la sua personale sensibilità critica nei confronti del ruolo della donna del suo tempo ed analizza con grande abilità la psicologia femminile. Si oppone alle fredde regole sociali dei matrimoni combinati per interesse e, nella figura di Caterina, mostra con ironia i conflitti interiori di una moglie domata dal matrimonio.Non c'è dubbio che il punto di vista sia quello maschile che gode dell'oppressione cui è sottoposta la bisbetica. Shakespeare non ama giocare con gli equivoci e ci mostra un'umanità affaccendata, che ha poco della riservatezza inglese.

Una borghesia elisabettiana che esprime l'avidità e la volontà di potere, oppure una nobiltà fastosa, capricciosa. Se il tono ironico domina la commedia, non va dimenticato però che è proprio il momento finale che riporta la concentrazione e fa da contrappunto patetico: frustrata prima, quando era bisbetica, e dopo, quand'è domata, Caterina paga il prezzo di un'educazione e di una rigidità sociale ingiuste. Nel cast Carlo Di Maio, Vito Facciolla, Daniele Gonciaruk, Elisabetta Alma, Emanuela Trovato, Marco Trebian, Marco Zingaro, Maurizio Tomaciello, Valentina D'Andrea e la partecipazione di Giulio Farnese Scene e costumi sono di Andrea Taddei, le musiche di Goran Bregovic. Oltre alla regia Armando Pugliese ha firmato anche l’adattamento teatrale per la produzione di Indie Occidentali in coproduzione con TSA Teatro Stabile d’Abruzzo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2011 alle 17:47 sul giornale del 17 febbraio 2011 - 797 letture

In questo articolo si parla di teatro, attualità, amat marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/huG