contatore accessi free

Volley: la Lube ritrova la vittoria: Latina si arrende in 4 set

Volley 9' di lettura 20/02/2011 -

Niente sconti all’ex Medei, secondo anche di Berruto alla sua prima esperienza maceratese, nel 2005. Pur con qualche sofferenza la Lube Banca Marche batte Latina 3-1 ritrovando una vittoria che vale tantissimo per la classifica (il secondo posto torna a -3), grazie al tie break conquistato da Vibo a Cuneo. Si rivede Matteo Martino titolare a più di un mese dall’ultima volta (semifinale di Coppa Italia), nel sestetto di casa l’altra novità è invece la presenza al centro di Vadeleux per Stankovic, reduce da un virus intestinale.



Il primo set è a trazione biancorossa grazie al servizio del solito Igor Omrcen, che ad ogni turno dai nove metri manda in tilt la ricezione pontina tracciando dei gap consistenti a favore dei suoi. Il bomber croato chiude il parziale con 9 punti (2 ace), la squadra di Medei fa invece registrare un misero 38% in attacco eppure riesce a stare a galla fino alla fine, aggrappandosi a qualche fiammata di Spairani ma soprattutto agli 11 errori punti dei maceratesi, che sul 24-21 si vedono annullare due set point, ed al terzo tentativo riescono a chiudere con un mani out proprio di Martino (25-23).

Discorso completamente opposto nel parziale successivo, dominato dagli ospiti con un incredibile parziale di 9-0, in cui a fare una gran bella figura è soprattutto Sasa Starovic (8 punti per lui nel set, solo 5 negli altri tre periodi, per un 38% complessivo in attacco), il più incisivo per sfruttare il turno in battuta di Daniele Sottile che si porta sulla linea dei nove metri quando la situazione era sul 7-7. Berruto prova a raddrizzare la situazione provando Conte per Martino, che tornerà in campo dopo qualche azione, quindi buttando nella mischia Stankovic, che esordisce con un muro ed il 100% in attacco su quattro palloni, guadagnandosi il diritto di restare in campo fino alla fine del match. La reazione Lube arriva fino al 17-21, grazie ad un ace di Vermiglio, Kohut chiude poi ogni discorso mettendo a terra la palla del 25-20.

Situazione che torna in perfetto equilibrio, ma da qui in poi tornerà nelle redini dei padroni di casa, che nel terzo set prendono il largo trascinati ancora da Omrcen e Stankovic (il croato, sempre micidiale al servizio, mette a terra il contrattacco del 12-9, del centrale serbo invece il muro su Spairani che lancia la fuga: Stankovic, votato Mvp, chiude la gara con 10 punti, 83% in attacco, 4 muri ed un ace; buona anche la prova del collega di reparto e connazionale podrascanin, autore di 8 punti con 3 muri, 1 ace e l’80% in attacco), ed agevolati dal nervosismo dei pontini, che protestando con l’arbitro rimediano anche un cartellino giallo che segnando il 17-12 lancia definitivamente i maceratesi verso il 2-1 nel computo dei parziali. Il quarto set sembra saldamente nelle mani della formazione di Berruto sin dalle battute iniziali, ma una fiammata di Starovic riapre la questione riportando la situazione in parità a quota 19, con un ace favorito dal nastro. Savani risponde segnando la battuta vincente del nuovo break Lube (21-19), al resto penserà un superlativo Igor Omrcen, top scorer della partita con 25 punti (58% in attacco, 5 ace e 1 muro).


La cronaca
1° SET – Biancorossi in campo con Vermiglio-Omrcen, Podrascanin-Vadeleux, Martino-Savani, Paparoni libero. La squadra di Medei si schiera invece con Sottile-Starovic, Spairani-Kohut, Vujevic-Kovacevic, Pieri libero.
Il primo break della gara è targato Lube e lo firma Igor Omrcen con un ace che vale il 4-2. Fa male ai pontini il servizio del croato, tanto che al rientro in campo dal time out subito chiesto da Medei Vermiglio va a segno schiacciando sulla ricezione lunga dei laziali, quindi il secondo ace di Omrcen che vale il 6-2. Latina si rifà sotto con un mani out di Vujevic che segna il -3 (7-10), il successivo errore in attacco di Omrcen manda i pontini addirittura a -2 (8-10). Il -1 arriva con un fallo a rete dei biancorossi (10-11), poi il nuovo allungo dei maceratesi (14-11), che comincia ancora col servizio di Omrcen, e viene confezionato definitivamente da un bel muro di Podrascanin su Kovacevic (16-12). Sembra fatta, invece gli ospiti riescono a riaprire il set con un muro su Omrcen che porta la situazione sul 20-21, costringendo Berruto a fermare il gioco. Il cocch maceratese azzecca la mossa vincente: dentro Marchiani per il servizio al posto di Podrascanin, dentro anche Van Walle in prima linea per alzare il muro al posto di Vermiglio. Ne scaturisce una rigiocata che regala ai biancorossi tre set ball (24-21col mani out di Martino), Latina riesce ad annullare i primi due ma deve arrendersi al terzo, trasformato da Martino (25-23).

2° SET – Partenza fotocopia del set precedente, con Omrcen che firma la battuta vincente del 4-2, anche se stavolta Latina riacciuffa subito la parità con un contrattacco vincente di Starovic. E’ quindi l’Andreaoli a provare l’allungo: il break arriva con un pallonetto out di Martino (9-7), poi subito il +3 con un contrattacco di Starovic che coglie di sorpresa la seconda linea Lube. Starovic firma anche l’11-7 che convince Berruto a cambiare Martino con Facu Conte, mentre Starovic continua a martellare e porta i suoi addirittura sul 12-7, 13-7 dopo l’ace di Sottile. Latina conduce addirittura 16-7 al secondo time out tecnico (parziale di 9-0), Berruto inserisce Stankovic per Vadeleux e nell’azione successiva rimette in campo anche Martino. L’impatto del centrale serbo sulla partita è ottimo (subito un muro), Macerata prova a risalire trovando con un ace di Vermiglio il punto del 17-21. Ma ormai l’Andreoli imprendibile, e chiude con Kohut sul 25-20.

3° SET – Biancorossi avanti 8-7 al time out tecnico dopo un attacco out di Kovacevic, il primo break arriva con il solito Omrcen che firma il contrattacco del 12-9, sfruttando un ottimo tocco a muro di Stankovic. Il centrale serbo mura Spairani per il 12-9, il vantaggio dei maceratesi assumerà ancor più spessore con il fallo di invasione aerea fischiato a Sottile, che vale il 16-12. Al rientro in campo dal time out Vujevic rimedia quindi un cartellino giallo che regala alla Lube il 17-12 e la fuga decisiva: chiude Stankovic con un ace, per il 25-18.

4° SET – Break Lube sul 4-2 con un ace di Savani, parità a quota 5 dopo un secondo tocco errato di Omrcen, che si riscatta successivamente firmando il muro dell’8-6. La situazione torna in parità sull’-8.8, il nuovo allungo Lube è merito di Podrascanin, che schianta a terra il primo tempo del 10-8 servitogli magistralmente da Valerio Vermiglio. Entra Gitto al centro tra gli ospiti, e proprio un attacco out del giovane giocatore siciliano di scuola biancorossa regala alla squadra di Berruto il +3 (11-8). Latina torna sotto con un errore in attacco di Martino (12-13), che successivamente segna invece un importante mani out sull’alzata in bagher di Igor Omrcen (15-12). C’è ancora da sudare, colpa di Starovic che prima firma l’attacco del 18-19, quindi trova l’ace con l’aiuto del nastro che vale la parità (19-19). Di Savani la battuta vincente del 21-19, al resto pensa Omrcen. Finisce 25-22.

Il tabellino
ANDREOLI LATINA: Kovacevic 15, Popelka n.e., Kohut 6, Gitto 1, Sottile 6, Cortina, Nonne n.e., Pieri (L), Spairani 6, Vujevic 9, Starovic 13, Labardi n.e.. All. Medei.
LUBE BANCA MARCHE: Lampariello n.e., Savani 14, Paparoni (L1), Vermiglio 4, Marchiani, Conte, Stankovic 10, Martino 9, Vadeleux 2, Van Walle n.e., Cacchiarelli (L2), Omrcen 25, Podrascanin 8. All. Berruto.
ARBITRI: Saltalippi (PG) – Pasquali (AP).
PARZIALI: 25-23 (27’), 20-25 (24’), 25-18 (24’), 25-22 (25’).
NOTE: Spettatori 1687, incasso Euro 5924. Lube bs 23, ace 10, muri 10, errori 32, ricezione 48% (23% prf), attacco 54%.Latina 16, ace 3, muri 4, errori 23, ricezione 44% (23% prf), attacco 51%.

Le dichiarazioni post partita

MAURO BERRUTO: “Siamo contenti del risultato, ma la pallavolo giocata bene è un’altra cosa, dunque non sono soddisfatto della prestazione sfoderata stasera dalla mia squadra. Dobbiamo sistemare diverse cose, in alcuni ruoli fondamentali. La classifica? Non dobbiamo assolutamente guardare a quello che fanno gli altri, bensì pensare solo ed esclusivamente a noi stessi. Adesso ci tuffiamo in Europa consapevoli che il nostro avversario, essendo arrivato a questo punto della manifestazione, è uno dei migliori di questa challenge Cup, e andrà quindi affrontato con la massima concentrazione”.

IGOR OMRCEN: “Tre punti importanti, ma dal punto di vista del gioco dobbiamo fare molto meglio. La classifica non dobbiamo guardarla, bisogna semplicemente cercare il massimo ad ogni partita, per poi fare i conti alla fine. Adesso vogliamo la qualificazione alla finale di Challenge Cup”.

MARKO PODRASCANIN: “Sono contento che siamo riusciti a ritrovare la via della vittoria, anche se abbiamo ancora tante cose da sistemare. Adesso possiamo concentrarci con serenità sull’impegno di challenge Cup, che per noi rappresenta un altro grande obiettivo della stagione”.

MATTEO MARTINO: “Sono contento della vittoria, che ci ha consentito di trovare un pronto riscatto dopo la battuta d’arresto di mercoledì a Castellana Grotte. Ma certo dobbiamo fare ancora meglio, in vista degli appuntamenti decisivi. Già nella settimana entrante c’è una doppia sfida in europa che vogliamo assolutamente vincere. E poi, naturalmente, sono felice di esser tornato in campo anche per schiacciare”.

GIAMPAOLO MEDEI (allenatore Latina): “La squadra va applaudita dal punto di vista caratteriale, perché per lunghi tratti è riuscita a tener testa ad uno squadrone come la Lube Banca Marche. La realtà è comunque che a noi servono punti, ed ogni non ne abbiamo conquistati. La classifica non ci consente di stare tranquilli, bisognerò riprendere a marciare il più presto possibile”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2011 alle 23:52 sul giornale del 21 febbraio 2011 - 596 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, treia, lube volley, lube banca marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/hDA