contatore accessi free

Giovani a servizio degli anziani per crescere in senso solidaristico

2' di lettura 22/02/2011 -

Cinquanta giovani di età compresa tra i 18 ed i 25 anni residenti nei Comuni di Treia, Pollenza e Montecassiano inizieranno nei prossimi giorni un percorso formativo di un anno in tecniche di animazione sociale e per l’impiego nel volontariato all’interno delle case di riposo.





L’iniziativa viene attuata con un progetto, cofinanziato dall’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e dal Ministero della Gioventù, denominato “Giovani memorie inComune”. Sono coinvolte anche tre associazioni del territorio, in particolare il “Palio dei Terzieri” di Montecassiano, l’ “AVULSS” di Pollenza e il “Lume” di Treia, oltre che la Provincia di Macerata, Settore Formazione e Politiche Comunitarie.

Le Associazioni hanno il compito di coordinare il lavoro volontario dei giovani – inoccupati o disoccupati – nelle case di riposo, mentre la Provincia provvede alla formazione dei giovani e al rilascio di un attestato di partecipazione. Nell’ambito dei 30 mila euro complessivi di finanziamento del progetto, è prevista anche una “borsa-lavoro” per i giovani, quale ricompensa per il lavoro che questi svolgeranno con gli anziani ospiti delle case di riposo dei rispettivi Comuni.

Il progetto prende avvio proprio a distanza di un anno da quando era stato promosso e messo a punto su iniziativa dell’Amministrazione provinciale, attraverso un accordo di partenariato sottoscritto nel marzo 2010 dal presidente Franco Capponi con i sindaci Luigi Santalucia (Treia), Luigi Monti (Pollenza) e Mario Capparucci (Montecassiano). Alla stesura e concreta formulazione del progetto, poi presentato all’Anci, avevano lavorato, con il coordinamento dell’assessore ai rapporti con gli enti locali, Nazareno Agostini, l’Ufficio Europa ed il settore Formazione professionale della Provincia. Nel presentare l’avvio del progetto, con una conferenza stampa, Tiziana Tombesi, attuale vice commissario della Provincia, ha sottolineato come i giovani, attraverso l’esperienza di contatto con gli anziani, potranno arricchire il loro bagaglio di umanità e ampliare il loro percorso di crescita anche in senso solidaristico. Sono intervenuti alla conferenza stampa, oltre ai Sindaci di Treia (ente capofila del progetto) e Montecassiano, anche il vice sindaco di Pollenza, Donella Menichelli e il responsabile dei servizi sociali del comune treiese, Orazio Coppe. “Giovani Memorie inComune” è l’unico progetto del territorio maceratese approvato dall’ANCI e anche per questo alta è stata la soddisfazione dei Comuni beneficiari, che possono realizzare un’iniziativa importante, specie in un momento come quello attuale, che vede i giovani così tanto bisognosi di stimoli per la realizzazione di attività costruttive come questa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2011 alle 17:19 sul giornale del 23 febbraio 2011 - 578 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/hHi