'Sangue di rosa scarlatta', incontro con Vittorio Graziosi

Sangue di rosa scarlatta 2' di lettura 28/04/2011 -

Un padre perde il figlio durante l'attentato alla metropolitana di Londra e si addentra nel tessuto sociale nel quale è maturato l'assassinio di innocenti per portare a compimento una giustizia privata.



“Sangue di rosa scarlatta”, il romanzo dell'autore jesino Vittorio Graziosi, è il percorso di smarrimento e redenzione di un uomo attraverso un tempo che giustifica e plaude alla condanna mortale dei propri simili. Sabato 30 aprile l'autore sarà ospite dell'associazione Il Glomere a Macerata (P.zza Nazario Sauro, 12) per presentare la nuova edizione del volume in tre lingue (italiano, inglese, ucraino), in un incontro aperto al pubblico a partire dalle ore 18:00.

Un romanzo che si fa portatore di una cultura di pace, attraverso la caduta e la redenzione di un uomo sospeso tra l'incapacità di perdonare e l'orrore per una violenza insensata e priva di giustificazioni. Ma la storia, raccontata attraverso la scrittura emotiva, poetica, viscerale di cui Graziosi è maestro, ci propone un interessante quesito: quanto lontano possiamo realmente spingerci lungo il sentiero della vendetta se riusciamo a percepirne l'aspetto inumano? Come già per le passate edizioni, i proventi di Sangue di rosa scarlatta sono devoluti in beneficenza, per tramite dell'Associazione Onlus Nabat, ai bambini orfani ucraini e ai pazienti dell'Ospedale Oncologico Pediatrico di Kiev.

Vittorio Graziosi è autore di numerosi romanzi che sono stati anche tradotti in sceneggiature teatrali. Conduce da anni corsi di scrittura presso le scuole italiane e le università di Beirut e Kiev. In virtù dei temi affrontati in “Sangue di Rosa” Graziosi è stato insignito del titolo di Cavaliere della Pace dal Centro Internazionale per la Pace fra i popoli di Assisi. Per il suo impegno nel diffondere l'arte e la cultura italiana all'estero ha inoltre ricevuto la “Medaglia al merito culturale per la promozione dei rapporti Italia-Ucraina” dell'Università di Kiev “Taras Schevcenko”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2011 alle 16:59 sul giornale del 29 aprile 2011 - 856 letture

In questo articolo si parla di attualità, scriptorama, Vittorio Graziosi, presentazione del libro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j84