Gatto seviziato con il filo spinato ed abbandonato

Volante della Polizia 1' di lettura 29/04/2011 -

Ancora sconosciuto l'autore delle sevizie a danno di un gatto che giovedì è stato rinvenuto ai bordi di via Leopardi, all'altezza della rampa Zara, crudelmente incaprettato con il filo spinato. La povera bestia aveva le zampe anteriori strettamente annodate ed il collo circondato dal filo che le impedivano di muoversi senza ferirsi.



Ad allertare la Volante della Squadra Mobile di Macerata, in transito, sono stati alcuni passanti attirati dai miagolii disperati dell'animale. Nell’immediatezza veniva quindi liberato con delle cesoie, reperite da alcuni operai di passaggio. Il gatto, pur spaventato ma in buone condizioni di salute, si rifugiava così presso le sterpaglie sottostanti.

Gli Agenti, che hanno avviato le indagini per rintracciare l'autore del gesto, invitano i cittadini a segnalare tempestivamente al 113 ogni episodio al fine di prevenire e punire questi reati per i quali la legge prevede pene fino a 18 mesi di reclusione e multe fino a 15 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2011 alle 19:09 sul giornale del 30 aprile 2011 - 735 letture

In questo articolo si parla di cronaca, macerata, Sudani Alice Scarpini, questura di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kcX





logoEV