contatore accessi free

Cingoli: marocchini uccisi per una partita di droga, arrestato un anconetano

Carabinieri 1' di lettura 20/07/2011 -

A seguito delle indagini avviate il 26 maggio scorso quando a San Faustino di Cingoli furono ritrovati due corpi carbonizzati all'interno di una Lancia Y10, i Carabinieri di Macerata hanno tratto in arresto un body guard anconetano di 35 anni, proprietario dell'arma del delitto.



L.A., che al momento non è stato accusato di omicidio, dovrà infatti rispondere dei reati di false dichiarazioni e favoreggiamento personale in quanto non avrebbe denunciato né lo smarrimento né il furto della pistola. Inoltre l'uomo non avrebbe saputo fornire spiegazioni in merito, cadendo in parecchie contraddizioni durante l’interrogatorio. Pertanto il 35enne, proprietario della pistola semiautomatica calibro 9 per 21 tipo Walther a cui appartengono i bossoli rinvenuti vicino al luogo del ritrovamento, è stato condotto presso il carcere locale.

Gli esami balistici sono stati eseguiti dai Ris di Roma.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2011 alle 00:38 sul giornale del 20 luglio 2011 - 596 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, cingoli, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/nyX





logoEV
logoEV