Monte San Giusto: immigrazione clandestina, denunciato un 38enne pakistano

Polizia 11/01/2012 -

Un Pakistano di 38 anni, residente a Monte San Giusto, è stato denunciato dalla Squadra Mobile di Macerata, impegnati nei servizi di contrasto all'immigrazione clandestina, perché ritenuto responsabile di falso ideologico commesso da privati in atto pubblico in concorso tra loro e tentato favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.



Si tratta di H.H. che, lo scorso dicembre, era stato identificato insieme ad altri 14 pakistani a lavorare presso una ditta di calzature di Monte San Giusto. L’indagine, scaturita da un controllo incrociato a seguito del quale era emerso che presso lo stesso stabile risultavano operative, oltre alla ditta in questione, altre due aziende, entrambe riconducibili al 38enne, ha poi accertato che il pakistano risultava alle dipendenze della ditta oggetto del controllo dal mese di marzo 2011. Inoltre, secondo gli ulteriori accertamenti, gli Agenti hanno scoperto che, nel corso del 2011, ha inoltrato ben dieci istanze telematiche a vantaggio di altrettanti cittadini extracomunitari da impiegare presso le sue ditte o, addirittura, presso la sua abitazione, in qualità di collaboratori domestici.

Pertanto, ritenendo che l’uomo abbia volutamente omesso di cancellare le sue ditte al solo fine di sfruttarle per richiedere una decina di Nulla Osta al lavoro a vantaggio di altrettanti cittadini extracomunitari ai quali, probabilmente, è stata chiesta una cospicua somma di denaro come corrispettivo, la Squadra Mobile di Macerata ha provveduto a denunciare lo stesso alla locale Procura della Repubblica.






Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2012 alle 14:25 sul giornale del 12 gennaio 2012 - 726 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, monte san giusto, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tM3





logoEV