Solidarietà e buon vicinato, nasce il progetto Famiglie solidali

solidarietà 20/01/2012 - Un nuovo servizio all’insegna della solidarietà per prevenire situazioni di disagio e costruire una rete di appoggio e di cosiddetto buon vicinato dove l’obiettivo principale sono i bambini e il loro diritto di giocare, studiare e crescere amati e sereni.

In due parole Famiglie solidali. E’ questo il nome del progetto dell’Amministrazione comunale promosso dall’assessorato alle Politiche sociali nel segno del welfare di comunità e delle azioni concrete.

Nello specifico una famiglia o una singola persona si rendono disponibili a essere famiglia di appoggio per aiutare un bambino e il suo nucleo familiare nelle azioni quotidiane.

Ciò consente di dare risposte concrete ai problemi, ridurre i disagi di bambini e ragazzi in difficoltà, sostenere le famiglie nel loro compito educativo e creare relazioni di solidarietà.

"Il progetto ha origine da un concetto di Stato sociale che non è assistenziale o distributore di contributi – afferma l’assessore alle Politiche sociali, Stefania Monteverde – quanto piuttosto nucleo fondato sulla cultura della condivisione e della solidarietà. Le famiglie sono una ricchezza ma, soprattutto in periodi come quelli attuali, vanno sostenute nei loro bisogni. E il progetto Famiglie solidali va proprio in questa direzione".

Operativamente una famiglia o una singola persona disponibili a entrare in questa rete di solidarietà, possono mettersi in contatto con i Servizi sociali del Comune che provvederà a predisporre una lista dei soggetti che saranno chiamati poi a frequentare corsi di formazione. Successivamente si definiranno le azioni di supporto alle famiglie e i Servizi sociali coordineranno il progetto che metterà in relazione i nuclei familiari.

"Si tratta di un progetto – concludel’assessore Monteverde - teso a rafforzare il benessere sociale e che mette al centro soprattutto quello dei bambini per assicurare loro il diritto di vivere un’esistenza serena. E’ un impegno e una responsabilità di tutti dare nuova speranza".

Informazioni ai Servizi sociali del Comune (viale Trieste, 24 – tel. 0733.256367) aperti dal martedì al giovedì dalle ore 8 alle ore 14, e – mail famigliesolidali@comune.macerata.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2012 alle 17:24 sul giornale del 21 gennaio 2012 - 758 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uaK