Castelraimondo: ecco la prima edizione de 'Il dialetto delle Armonie'

3' di lettura 22/01/2012 -

È stata presentata sabato 21 gennaio nella sala consiliare del comune di Castelraimondo “IL DIALETTO DELLE ARMONIE” 1° Rassegna Alte Valli Potenza ed Esino. Alla presenza di tanti convenuti è stata Elisabetta Torregiani, Assessore alla Cultura, a fare gli onori di casa.



Nel corso del suo intervento ha sottolineato l’importanza di questa programmazione auspicando un grande afflusso di pubblico. Non ha nascosto il suo ottimismo la dinamica amministratrice: ”Questa prima rassegna dialettale che abbiamo il piacere di organizzare e di ospitare – ha dichiarato – è molto importante almeno per due motivi: è un modo intelligente di esibire e mantenere la nostra carta di identità territoriale ed è anche un fondato tentativo di coinvolgere i giovani immergendoli in un mondo probabilmente sconosciuto a loro, ma importante invece da conoscere”.

Il presidente della Comunità Montana di San Severino Marche, altro soggetto organizzatore, ha riportato il senso del suo intervento sulle eccellenze territoriali. “Per tanto tempo – ha dichiarato Gian Luca Chiappa – abbiamo pensato alle nostre eccellenze tangibili, costruibili, commerciabili; invece le nostre eccellenze arrivano da più lontano, vengono dal nostro modo di essere e di vivere, dalla nostra capacità intellettiva, dalla grande predisposizione nel saper fare e nel saper essere della nostra gente. Ecco perché allora l’opera dialettale che presenta e racconta alcuni spaccati della nostra civiltà diventa uno strumento formidabile di conoscenza”.

Presenti quasi tutte le compagnie partecipanti alla rassegna: un altro risultati molto significativo. Alberto Pellegrino per il Teatroclub Gubinelli di San Severino Marche, che aprirà la serie delle rappresentazioni il 28 gennaio prossimo; Valerio Tedeschi per il gruppo Teatrale Avis-Aido di Esanatoglia; Marco Scarponi per il Teatro Totò di Pollenza, Marina Rapaccioni per la Compagnia Teatrale L’Alternativa di San Severino Marche e Fabio Macedoni per la Compagnia Valenti di Treia; compagnia, quest’ultima, che organizza la rassegna.
“Non è un caso probabilmente che le compagnie di questa rassegna sono quasi tutte della vallata del Potenza – ha commentato Quinto Romagnoli della U.I.L.T. – e che l’evento ha sede lungo questa vallata. Evidentemente questa terra è la più prolifica dal punto di vista delle produzioni e rappresentazioni in lingua dialettale. Va sottolineata anche la grande qualità che le sei compagnie in cartellone sapranno garantire agli spettacoli”.

Nasce quindi sotto i migliori auspici questa nuova esperienza di teatro riservato alla lingua dialettale: ora non resta che attendere la data di inizio per verificare le buone prospettive evidenziatesi.

La rassegna prenderà il via sabato 28 gennaio, alle 21, al Cinema Teatro Manzoni di Castelraimondo. Il Teatroclub Gubinelli di San Severino Marche presenterà “Capita a 50 figurate a… 20!” di Amedeo Gubinelli. Il secondo appuntamento è in programma per sabato 11 febbraio con la Compagnia Teatrale “Fabiano Valenti” Treia che presenterà “Se spusa Vinginzì” di Fabio Macedoni.

Gli abbonamenti possono essere prenotati anche telefonicamente ed acquistati, comunque, al botteghino del Cinema Teatro sabato 28 gennaio 2012 dalle ore 19 al termine dello spettacolo.
I biglietti possono essere prenotati anche telefonicamente ed acquistati, comunque, al botteghino del Cinema Teatro dalle ore 19 del giorno dello spettacolo.

Prezzi: Spettacolo singolo intero: 6€ ; ridotto (studenti ed Over 65) 5€
Abbonamento per 6 spettacoli 25€
Settore unico. Info e prenotazioni: 338/2595480.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2012 alle 19:35 sul giornale del 23 gennaio 2012 - 505 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, castelraimondo, dialetto, il dialetto delle armonie, rtreia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ues





logoEV