contatore accessi free

Rischio chiusura per le metodiche diagnostiche PET del Polo Oncologico di Eccellenza

sanità 2' di lettura 06/03/2012 - Il Polo Oncologico di Eccellenza dell'Area Vasta di Macerata è stato il primo a offrire ai pazienti marchigiani metodiche di medicina nucleare non invasive (PET) molto preziose nella diagnostica oncologica, abbracciando la quasi totalità delle indagini (90%).

Le metodiche PET attivate presso l'Ospedale di Macerata oggi sono a rischio chiusura. Per scongiurare questo rischio il Consigliere PD Angelo Sciapichetti ha presentato un'interrogazione, ottenendo in Aula Consiliare una risposta soddisfacente su questo tema delicatissimo. “La fornitura della PET”, spiega il Consigliere PD Angelo Sciapichetti, “è stata assicurata da una società a maggioranza pubblica (ACOM) che perderà la quota di partecipazione della Provincia di Macerata, a causa delle sopravvenute normative. E' indispensabile dar seguito alle dichiarazioni di intenti degli Assessori al Bilancio e alla Salute, ormai di un anno fa, circa l'acquisizione da parte della Regione Marche della partecipazione ACOM dismessa dalla Provincia di Macerata, anche alla luce dello stanziamento già previsto.”

Nella sua interrogazione Sciapichetti chiede di far presto, allo scopo di mantenere comunque questo servizio strategico presso l'Ospedale di Macerata, eventualmente anche con soluzioni alternative. Con la sua risposta a Sciapichetti l'Assessore alla Salute Almerino Mezzolani, in Aula, ha chiarito che è ferma intenzione della Giunta garantire la continuità di un servizio oncologico d'eccellenza, che non può essere in alcun caso interrotto. Il tempo trascorso, ha detto, è da attribuirsi alle necessarie verifiche della situazione patrimoniale della società ACOM, per la determinazione della quota azionaria di proprietà pubblica. In ogni caso “la Giunta Regionale ha già autorizzato l'Asur alla prosecuzione della convenzione esistente con la società ACOM, per un periodo di sei mesi”, ha concluso Mezzolani, “dando nel contempo avvio a procedura di gara per l'acquisto dell'apparecchiatura”: i pazienti oncologici marchigiani non verranno privati della PET di Macerata.


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2012 alle 17:17 sul giornale del 07 marzo 2012 - 551 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, macerata, Gruppo Consiliare del Partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/v9q





logoEV
logoEV