'Se spusa Vinginzì' in scena a Macerata e Dintorni

se spusa vinginzì 2' di lettura 02/07/2012 - Venerdì 6 luglio, alle ore 21.30, la commedia “Se spusa Vinginzì” di Fabio Macedoni, presentata dalla Compagnia Teatrale “Fabiano Valenti” di Treia, sarà rappresentata nell’ambito del programma del cartellone della 25° Rassegna "Macerata e dintorni - Dialetto che passione!" alla Terrazza dei Popoli di Macerata.

Venticinque anni di rassegna significano un importante traguardo che merita tutte le attenzioni: già nella prima serata, comunque, le presenze sono state molto significative a testimonianza della bontà e della qualità delle opere in cartellone. Inoltre il Gruppo Teatrale AVIS di Macerata, che organizza la manifestazione, veicola attraverso gli spettacoli l’importante messaggio che promuove e stimola la donazione di sangue: una necessità ed un atto di grande amore che molto spesso può salvare delle vite umane.

Per questa commedia si tratta della quindicesima replica: un’opera che ha riscosso ovunque tanti apprezzamenti e fatto divertire numerose persone e che finalmente sbarca anche nel capoluogo di provincia.

La storia è semplice: si narra delle vicende legate al matrimonio di un tempo, quando tutto veniva fatto in famiglia ed in casa. Preparativi, aspettative, sogni, prediche, raccomandazioni, attenzioni altissime ad ogni particolare nel mezzo di una bonomia che regna per tutta la durata della commedia. Sarà Rigo (Oriano Costantini) a dettare i tempi delle varie vicende che lo vedono sempre impegnato ora con la nuora Susanna (Antonella Macedoni), completamente presa dalla smania del trucco e della pulizia del corpo, ora col fratello della sposa Furtunatu, perennemente alle prese con cento incombenze, ora col nipote Vinginzì (Gianfranco Piccinini) bisognoso di rassicurazioni e di conforto, ora con Arbino (Fabio Macedoni) il figlio, sovente alle prese con le faccende e con la “fissa” della vicinata Gindilina (Mariella Tartarelli). Stupende e sorprendenti le presenze distinte dei padroni della terra, l’autoritaria Contessa (Franca Laura Farabollini) ed il sottomesso Marchese (Nazareno Epiri), suo marito; credibile l’innocenza della sposa Angioletta (Lucia Brasca) che sarà ammaestrata anche dal parroco don Pasquale (Andrea Parenti) circa le “situazioni” che il matrimonio le procurerà quando sarà, sola, in compagnia dello sposo.

Una trama dunque molto facile da immaginare, ma un succedersi di piccoli e grandi avvenimenti, invece, molto inattesi che rendono la commedia gradevole e godibile.

Ingresso: 4€ ; ridotto (studenti ed Over 65) 2€ Settore unico.

Info: 348/0741032 – 333/3382254.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2012 alle 16:05 sul giornale del 03 luglio 2012 - 497 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, treia, Compagnia Teatrale Valenti, se spusa vinginzì

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/A6d





logoEV