Montefano: dopo la lunga malattia ritorna all'attività Padre Alberto Maggi

padre alberto maggi 3' di lettura 09/08/2012 - Domenica prossima 12 agosto, Montefano vivrà uno dei suoi giorni più emozionanti e significativi, quando amici e conoscenti si stringeranno intorno a Padre Alberto Maggi che ritornerà a celebrare l'Eucarestia in pubblico, dopo il lungo ricovero all'ospedale regionale di Torrette e la prolungata convalescenza prescritta dai medici che lo hanno avuto in cura.

Alberto Maggi, il frate dei Servi di Maria, conosciuto in tutta Italia per l'autorevolezza nella divulgazione dei Vangeli e noto per i suoi studi biblici raffinati e innovativi, l'esegeta, chiamato a dibattere con i più importanti pensatori cattolici e di altre fedi religiose contemporanei; lo studioso che non ha paura di testimoniare l'amore di Gesù per gli uomini e di denunciare le deformazioni che secoli di interpretazioni lontane dalla vita reale degli uomini e dalle relazioni fra i generi, hanno fatto dei Vangeli, spesso, strumento di oppressione anziché di liberazione; il ricercato comunicatore televisivo.

Sono passati quattro lunghi mesi dal giorno del ricovero urgente di Alberto, durante i quali, tre delicati interventi chirurgici hanno fatto stare in apprensione tutta la comunità internazionale che fa capo al Centro di Studi Biblici di Montefano, ormai riconosciuto come uno dei più importanti centri di divulgazione e studio dei Vangeli. Mesi nei quali, come molti quotidiani locali e nazionali hanno raccontato, Alberto Maggi, non si è mai perso d'animo, confortato dal suo amore per la vita e dalla vicinanza dei tanti amici del Centro Biblico.

Anzi Alberto, attraverso la sua sofferenza fisica, ha affinato la sua comunicazione di "vita piena d'amore", riuscendo ad essere motivo di vita e di fede -per alcuni ritrovata-, fra quanti condividevano con lui le stanze dell'ospedale e con il personale medico e paramedico, aiutandoli a non perdere nella abitudine, la dimensione del dolore. Della sua esperienza ospedaliera, Alberto ne ha fatta una cronaca giornaliera, raccontata con ironia, profondità e studio della condizione umana, descritta con i tempi e i modi dello scrittore.

Molto probabilmente, la trascrizione del blog, tenuto nel lungo ricovero, diventerà presto un atteso libro. Sul profilo di Padre Alberto, nei più diffusi social network, stanno arrivando messaggi di augurio commoventi per la data di domenica 12 agosto, provenienti da tutto il mondo, una data che la comunità di Montefano e quella cosmopolita, amica del Centro Studi Biblici, si augura rappresenti il primo passo del pieno recupero e il ritorno all'attività religiosa e pubblicistica di Alberto Maggi.

Hanno già assicurato la loro presenza all'eucaristia teologi dal calibro di Vito Mancuso, José M. Castillo e Ortensio da Spinetoli. In questo periodo, il grande sostegno di Alberto, è stato Padre Ricardo Perez Marquez, l'altro esegeta del Centro di Montefano, che ha dovuto dividersi fra l'insegnamento universitario a Roma, l'assistenza in ospedale e la prosecuzione degli incontri mensili sul Vangelo di Giovanni come da programma, concluso a luglio con il viaggio in Terra Santa.

L'appuntamento è quindi per Domenica 12 agosto nella chiesa dei Servi a Montefano alle ore 10 e, come celebra l'invito di Alberto, "Sarà il ringraziamento a quanti con affetto e amicizia mi sono stati vicini in questo periodo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2012 alle 18:01 sul giornale del 10 agosto 2012 - 485 letture

In questo articolo si parla di attualità, montefano, padre alberto maggi, Pier Marino Simonetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CGF





logoEV