contatore accessi free

Premio Fornarina al Pro Rettore dell'Università di Macerata Rosa Marisa Borraccini

Rosa Maria Borraccini 2' di lettura 10/08/2012 - In occasione della manifestazione Medievalia di San Ginesio, sabato 11 agosto alle 10 nel Complesso Monumentale dei Santi Tommaso e Barnaba, Rosa Marisa Borraccini, Prorettore dell'Università di Macerata, professore ordinario di Scienze del libro e delle biblioteche, riceverà il riconoscimento alla virtù femminile nel sociale “La Fornarina 2012”, a cura del Centro Internazionale di Studi Gentiliani e della Confraternita del Sacro Cuore di Gesù o dei Sacconi.

Per l'occasione, la docente terrà un intervento su "Il libro nella (mia) storia". "Sono molto grata – commenta la professoressa Borraccini – per questo riconoscimento, che considero diretto non solo a me e alla mia attività quanto, soprattutto, alla nostra Università che ha svolto un ruolo fondamentale nella mia formazione culturale e professionale e mi ha consentito di interessare tanti giovani allievi al valore della memoria scritta e del patrimonio librario.

L'Università di Macerata ha da sempre posto tra gli obiettivi principali anche la crescita e la valorizzazione del proprio territorio e mi piace ricordare come il mio incontro con San Ginesio risalga agli ultimi anni ’90, con il coinvolgimento della biblioteca comunale ginesina – prezioso scrigno di memoria locale – nel progetto del Servizio Bibliotecario Provinciale, al quale lavorai al fianco dell’allora assessore Filippo Mignini, con il contributo determinante dei giovani laureati del Corso di studio in Beni Archivistici e Librari della nostra Università. A loro, ai colleghi e ai bibliotecari dell’Ateneo, che hanno assunto nel catalogo del Polo bibliotecario universitario e provinciale il risultato di quell’iniziativa sperimentale, dedico questo riconoscimento".

Il riconoscimento "La Fornarina" viene conferito ogni anno a una rappresentante del mondo femminile che si sia particolarmente distinta per l'alto profilo morale del suo impegno nel volontariato o nell'attività professionale, a favore dei minori, dei diseredati e della crescita civile della società contemporanea; è intitolato alla leggendaria e coraggiosa fornaia sanginesina, che salvò il paese dall'invasione notturna dei Fermani, e vuole mettere in luce la peculiarità dell'elemento femminile virtuoso sempre presente e operante nell'ambito della Confraternita dei Sacconi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2012 alle 15:21 sul giornale del 11 agosto 2012 - 583 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, macerata, università di macerata, premio fornarina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CIf





logoEV
logoEV