Coldiretti Macerata, Paolo Mari alla guida delle nuove imprese

coldiretti logo 1' di lettura 14/12/2012 - Paolo Mari è stato riconfermato alla guida dei giovani imprenditori della Coldiretti Macerata. Titolare di un’azienda a Urbisaglia, Paolo alleva bovini e ovini e coltiva legumi biologici che vende nei circuiti macrobiotici. Un esempio di come l’agricoltura sia tornata ad essere un polo di attrazione per i giovani.

Secondo un’analisi di Coldiretti Macerata su dati Istat, gli under 40 che oggi lavorano stabilmente nelle campagne provinciali, come conduttori aziendali o come manodopera, sono 2.700, di cui 850 direttamente alla guida dell’impresa. Occorre dunque investire in intelligenti attività di accompagnamento alla progettazione, adeguati meccanismi di assistenza allo start up, filiere corte di accesso al credito gestiti dai confidi come Creditagri Italia, sottolinea Coldiretti Giovani, per non mortificare la voglia di fare impresa che sta crescendo in agricoltura: non è un caso che, secondo l’indagine Coldiretti/Swg, la metà dei giovani tra i 18 ed i 34 anni preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che fare l’impiegato in banca (23 per cento) o lavorare in una multinazionale (19 per cento).

Accanto a Mari è stato scelto il nuovo Consiglio che sarà composto dai vice delegati Alba Alessandri di Serravalle di Chienti e Diego Scocco di Recanati, e da Luigi Paccusse di Apiro, Maria Cristina Chiumenti di Muccia, Giovanni Angeli di Pieve Torina, Gabriele Liberti di Pievebovigliana, Cristina Marchianni di Recanati, Luca Gallina di Recanati, Francesco Scagnetti di San Ginesio, Fabio Fucili di San Severino Marche, Walter Orazi di Urbisaglia, Alessandra Venanzoni di Castelraimondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2012 alle 19:42 sul giornale del 15 dicembre 2012 - 669 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, coldiretti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HiE





logoEV