contatore accessi free

Unimc conferisce la laurea honoris causa a Pierluigi Ciocca

Pierluigi Ciocca 3' di lettura 20/02/2013 - Il saluto e le congratulazioni di due governatori della Banca D’Italia, l’attuale Ignazio Visco e Carlo Azeglio Ciampi, hanno segnato il conferimento della laurea honoris causa in Mercati ed intermediari finanziari all’economista Pierluigi Ciocca da parte dell’Università di Macerata.

“Sono lieto di apprendere – ha scritto il primo al rettore Luigi Lacchè – del prestigioso riconoscimento, considerato il lungo e profondo legame professionale e umano che unisce la Banca d’Italia e me stesso a Ciocca, che della Banca è stato, dal 1969 al 2006, economista, dirigente e per dodici anni vice direttore generale. La laurea honoris causa testimonia l’importante apporto di Pierluigi Ciocca all’analisi di questa complessa disciplina”.

Il messaggio dell’ex presidente della Repubblica è stato letto direttamente da Ciocca stesso durante la cerimonia che si è svolta questo pomeriggio in un’Aula Magna particolarmente gremita. “Esprimo la mia grande soddisfazione – ha scritto Ciampi – perché questo riconoscimento è stato attribuito da un Ateneo antico e illustre come l’Università di Macerata. Se l’età me lo avesse consentito, sarei stato presente, come nel 1989, quando vollero conferire a me la laurea honoris causa”. Come quella di Ciampi, la storia di Ciocca si intreccia con quella di Macerata, dove l’economista ha insegnato storia delle dottrine economiche nell’anno accademico 1971-1972 nella Facoltà di Lettere e filosofia, a fianco di storici di vaglia come Alberto Caracciolo e Raffaele Romanelli; e sempre in questa città ha conosciuto sua moglie, allora docente a fianco di Luigi Angeli.

“Questa laurea honoris causa – ha sottolineato il rettore Lacchè – è la prima ad essere conferita dopo la riforma dell’Ateneo, che ha visto il passaggio di testimone dalle Facoltà ai nuovi Dipartimenti. In questo caso è quello di Economia e diritto – che succede alla Facoltà di Economia – ad aprire una strada che saprà essere all’altezza della precedente. E io credo che non si potesse iniziare in un modo migliore di questo. Ciocca, infatti, è uno dei protagonisti della cultura dell’economia e della banca degli ultimi decenni”.

La cerimonia è proseguita con la Laudatio del prof. Mauro Marconi, ex preside della Facoltà di Economia. Il dispositivo di conferimento è stato, invece, letto dall'attuale direttore del Dipartimento di Economia e diritto Giulio Salerno.

Per l'occasione, Ciocca, “emozionato e lusingato per il prestigio dell’Ateneo e per i legami personali con Macerata”, ha tenuto una lectio magistralis sui fattori non-economici del progresso economico, con particolare riferimento alla vicenda italiana.

L’economia italiana – riprendendo in sintesi la sua spiegazione - vive da anni una deriva nella produttività. Una delle ragioni per cui le non molte imprese italiane in grado di innovare sono impedite dal farlo è il diritto dell’economia. Le imprese italiane sono piccole, poco inclini alla espansione dimensionale. Azionisti, creditori, altri finanziatori vanno tutelati dal diritto del risparmio. Nelle crisi aziendali andrebbe ulteriormente promossa la tempestività nella riallocazione delle risorse. Nel processo civile la brevità e la certezza dei tempi nella soluzione delle liti che coinvolgono le imprese sono essenziali. Il diritto antitrust, l’art. 41 della Costituzione, dovrebbero responsabilizzare l’impresa, affinché faccia conto solo su se stessa. Il diritto pubblico è chiamato a ridurre i costi, ad accorciare i tempi, ad assicurare la qualità delle grandi opere infrastrutturali.

“Le terre di confine, le intersezioni, fra economia e diritto sono potenzialmente fertilissime”, ha detto Ciocca, concludendo che “l’Università di Macerata – che ebbe l’insegnamento di Maffeo Pantaleoni, “il principe” degli economisti neoclassici italiani – saprà recare, ne sono certo, un contributo prezioso, secondo la sua secolare tradizione”.


   

da Università degli Studi di Macerata
www.unimc.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2013 alle 20:00 sul giornale del 21 febbraio 2013 - 714 letture

In questo articolo si parla di università, macerata, università di macerata, pierluigi ciocca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/JMv





logoEV
logoEV