Al via il progetto di cooperazione internazionale tra il Gal di Macerata e Finlandia

cooperazione internazionale 2' di lettura 06/03/2013 - Riscoprire l’identità di un territorio attraverso la raccolta delle memorie delle comunità locali per far emergere i valori materiali ed immateriali che lo rendono unico e vitale e restituire questa originale fotografia del territorio alle stesse comunità ed ai turisti e visitatori attraverso una speciale cartografia, la mappa di comunità.

Questo l’obiettivo del progetto di cooperazione transnazionale che la Regione Marche ha approvato nell’ambito dell’Asse Leader del Programma di Sviluppo Rurale 2007 – 2013 dal titolo “Ecomuseo – dalle Memorie al Futuro”.

Il progetto ha come capofila il GAL Piceno e coinvolge per le Marche anche il GAL Sibilla (Macerata) e il Gal Oulujärvi (Kainuu) per la Finlandia. Realizzando questo progetto transnazionale i partner dei diversi Stati Membri dell'Europa rurale cercano di promuovere nelle comunità locali una maggiore consapevolezza del proprio patrimonio materiale ed immateriale e della propria identità attraverso una metodologia comparativa del metodo del “saper fare - buone pratiche” per il futuro.

Il progetto dopo la fase preliminare dedicata alla definizione del partenariato e alla progettazione esecutiva diventa operativo con il primo incontro tra i due GAL marchigiani e il GAL finlandese che si terrà dal 8 al 10 marzo con la visita all’Ecomuseo del Paesaggio Orvietano ed una giornata di studio e lavoro ad Acquasanta Terme, dedicata al confronto sulle metodologie per la raccolta delle testimonianze delle comunità locali e la definizione delle mappe di comunità, uno strumento con cui gli abitanti di un determinato luogo hanno la possibilità di rappresentare il patrimonio, il paesaggio, i saperi in cui si riconoscono e che desiderano trasmettere alle nuove generazioni.

La mappa di comunità evidenzia il modo con cui la comunità locale vede, percepisce, attribuisce valore al proprio territorio, alle sue memorie, alle sue trasformazioni, alla sua realtà attuale e a come vorrebbe che fosse in futuro.

Il progetto prevede che ogni partner realizzerà per un’area pilota una prima mappa di comunità come strumento per la realizzazione del proprio ’“Ecomuseo”, attraverso un’azione locale di raccolta delle informazioni e delle memorie degli anziani, autentici testimoni delle trasformazioni e dei vissuti di un territorio nonché momenti di scambio e confronto tra i diversi partner coinvolti ed un evento finale previsto per la primavera 2014 nel territorio della Comunità Montana Monti Azzurri della Provincia di Macerata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2013 alle 19:20 sul giornale del 07 marzo 2013 - 346 letture

In questo articolo si parla di cooperazione internazionale, Gal Piceno, Gal Sibilla

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Kid





logoEV