contatore accessi free

Porto Recanati: le rubano uno smartphone appena comprato, i militari lo ritrovano a Rimini

1' di lettura 05/08/2013 - Furto di uno smartphone a Porto Recanati. I carabinieri lo rintracciano a Rimini.

E' quanto accaduto ad una ragazza di Macerata lo scorso marzo quando, durante una serata con gli amici in discoteca, aveva deciso di lasciare il telefonino nel vano portaoggetti dell'auto.

A fine serata però la brutta sorpresa. La giovane aveva trovato l'auto scassinata e ripulita dello smartphone. Immediata la denuncia ai Carabinieri di Porto Recanati che, consapevoli del software installato nel telefono che mette in grado di “trovare” l’apparecchio oppure, da altri tablet o pc sincronizzati, può ricevere su una “nuvola di dati” contenente file immagine e video scattati, chiedevano alla giovane se avesse effettuato la sincronizzazione.

La giovane, che aveva acquistato solo da pochi giorni il telefono di ultima generazione, ammetteva però di non aver fatto in tempo ad attivare quegli “stratagemmi”. Così i militari hanno avviato le indagini.

Dopo settimane di silenzio, il cellulare è tornato attivo e i militari lo hanno rintracciato a Rimini. Pertanto dai successivi accertamenti i militari sono risaliti alla donna di origine dell'est europeo che l'aveva rubato. Il telefonino è stato quindi restituito alla legittima proprietaria.






Questo è un articolo pubblicato il 05-08-2013 alle 19:23 sul giornale del 06 agosto 2013 - 789 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, porto recanati, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/QlH





logoEV
logoEV