contatore accessi free

Tolentino: l’Amministrazione chiarisce sugli asili nidi comunali

asilo nido 2' di lettura 30/08/2013 - In merito alle critiche sul provvedimento preso dal Comune di Tolentino, in materia di punteggi Asili Nido ed alla recente segnalazione pervenuta dall’UNAR, esponiamo qualche considerazione. Il regolamento non lede affatto il diritto dei minori all’istruzione ma, nell’ambito di un servizio sociale, fornisce un criterio per l’erogazione della prestazione.

E’ evidente come, qualora il numero di posti offerti fosse superiore alla domanda, non ci sarebbe problema ma, nella malaugurata ipotesi di una mancanza di posti, qualcuno dovrà purtroppo essere lasciato fuori e per decidere ciò si deve comunque trovare un criterio, piaccia o no. Noi abbiamo inteso premiare i residenti di lunga data, perché hanno contribuito di più al benessere socio-economico del tessuto territoriale. Non è assolutamente una normativa discriminatoria verso i lavoratori: se Cittadinanza Attiva si fosse presa la briga di fare due conti col regolamento alla mano, avrebbe scoperto come in ogni caso i figli di genitori lavoratori sono favoriti, a prescindere dalla residenza (come peraltro giustamente chiesto dalla Commissione Servizi Sociali).

E’ altrettanto falso affermare che i minori stranieri sono svantaggiati: il criterio riguarda solo la residenza e ovviamente non la cittadinanza. Facciamo notare come la maggior parte dei comuni del nord utilizzi questo criterio (identico peraltro a quello di Treviso), e siano perfettamente in regola. Noi continuiamo a perseguire il bene dei cittadini tolentinati, siano essi italiani o stranieri, poiché siamo stati chiamati ad amministrare per questo.

Prendiamo atto del parere dell’UNAR e lo rispettiamo, ma per noi l’integrazione è figlia di un radicamento nel territorio, di rispetto delle leggi e delle tradizioni del Paese in cui si vive. Secondo l’Unar il regolamento lederebbe il D.Lgs 286/1998 che riguarda il diritto all’istruzione obbligatoria: evidente non stiamo parlando di questo, ma di asili nido. Premiare la comunità locale non solo non è discriminatorio, ma è doveroso verso chi ci ha preceduto ed ha contribuito a costruire la nostra società, ma anche verso chi si stabilisce nella nostra comunità integrandosi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2013 alle 18:58 sul giornale del 31 agosto 2013 - 940 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ra0





logoEV