Un arresto per rapina e due denunciati a piede libero per furto aggravato al Self G3 di Piediripa

Carabinieri 2' di lettura 14/10/2013 - Lunedì pomeriggio a Macerata, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia, hanno arrestato per il reato di rapina, un marocchino F.A., 26enne, operaio, già noto alle forze dell’ordine, residente nel maceratese in regola in Italia.

Era entrato nel centro commerciale per il fai da te Self G3 in Frazione Piediripa, fingendo di fare acquisti e approfittando del poco movimento del primo pomeriggio è stato sorpreso a trafugare utensili da lavoro e materiale elettrico ed ad occultarli sotto propri indumenti. Ma alla vista del personale addetto alla vigilanza, ha superato le casse ed ha tentato di fuggire e di sottrarsi operazioni di controllo, colpendo una guardia privata del Self che lo aveva afferrato ed avendo con lui una dura colluttazione.

L’intervento della pattuglia radiomobile allertata al 112 dal titolare del negozio e da altri clienti ha permesso di bloccare definitivamente il rapinatore riportare la situazione alla normalità e restituire la refurtiva al negoziante (circa 150 euro di materiale da lavoro di varie marche) dalla quale lo straniero aveva rimosso i codici a barre antitaccheggio. I militari hanno riportato alla calma lo straniero e poi condotto in manette in caserma a Macerata.

L’arrestato, è stato poi condotto presso la Casa Circondariale Camerino a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il vigilante è stato medicato al pronto soccorso per contusioni. Per i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile è il settimo arresto per rapina da inizio 2013. Già sabato 12 ottobre nel primo pomeriggio i Carabinieri di Macerata erano intervenuto presso lo stesso negozio SELF per un altro furto fortunatamente non degenerato in rapina.

Lì erano stati sorpresi due giovani romeni venticinquenni asportare materiale elettrico attrezzi da lavoro molto costosi ma erano stati bloccati all’uscita dalle guardie. La pattuglia radiomobile intervenuta sabato aveva accertato il furto di oltre 200 euro di materiale e i due romeni sono stati denunciati alla Procura di Macerata a piede libero per furto aggravato. Si trattava di due giovani uomo donna coetanei. Refurtiva anche in quel caso interamente recuperata e riposta sugli scaffali dal titolare dell’esercizio commerciale.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2013 alle 23:40 sul giornale del 15 ottobre 2013 - 811 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, forze dell'ordine, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/S66





logoEV