Case di riposo per anziani: si scatena la protesta in regione, pullman da tutte le province

1' di lettura 20/10/2013 - Lunedì mattina, a partire dalle ore 9.30, ospiti e familiari delle strutture per anziani delle Marche, nonché responsabili, amministratori e dipendenti si sono dati appuntamento per manifestare presso il Palazzo della Regione, al fine di sollecitare un incontro con il presidente Spacca e con la Giunta Regionale.

Giungeranno pullman dalle province di Pesaro, Ancona, Macerata e Ascoli Piceno. La manifestazione rientra tra le iniziative che le Residenze protette delle Marche hanno deciso di intraprendere nei confronti della Regione per scongiurare il mancato pagamento, per il 2013, da parte della Regione stessa della quota sanitaria di 33 euro al giorno per ciascun anziano ospite delle strutture.

L'obiettivo è quello di chiedere alla Regione il rispetto degli impegni presi. Le strutture residenziali sono state indotte, dalle norme regionali, ad aumentare gli standard assistenziali portando i minuti di assistenza da 88 minuti al giorno del 2012 a 100 minuti al giorno dall’1/1/2013 e adesso, all’improvviso, la Regione vorrebbe pagare solo 29 euro al giorno per ospite per un servizio che è già stato fornito e pagato e che è costato alle strutture 33 euro al giorno.

Si tratta di una partita che vale 4,5 milioni di euro (per il 2013) che, se non dovessero più arrivare, dovrebbero essere sostenute dagli anziani ricoverati e dalle loro famiglie, dalle strutture residenziali o dai Comuni. E sarebbe insostenibile per tutti perché la eventuale decisione sarebbe presa nel mese di ottobre e avrebbe decorrenza retroattiva, e cioè dall’1/1/2013.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2013 alle 09:49 sul giornale del 21 ottobre 2013 - 339 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, marche, case di riposo, paolo cingolani, asp, residenze per anziani, domenico scuppa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TkD





logoEV