Volley: esordio vincente in campionato per la Lube, 3-0 al Molfetta

lube volley 5' di lettura 20/10/2013 - Buona la prima per la Cucine Lube Banca Marche, che nel contesto di un Palasport Fontescodella alle soglie del tutto esaurito regola la neo promossa Exprivia Molfetta 3-0 (25-23, 25-18, 25-20), concedendo il beneficio del dubbio al risultato soltanto nel set d’apertura, l’unico giocato in equilibrio di una partita che dal secondo parziale in poi ha invece regalato soprattutto conferme a Zaytsev e compagni, apparsi in crescita costante e chiamati tra due giorni (martedì alle 20.30)a scendere nuovamente in campo davanti ai propri tifosi nella super sfida che li vedrà opposti ai russi del Kazan, nel debutto europeo in Champions League.

Padroni di casa in campo con Jiri Kovar nella diagonale di posto 4 con Kurek, a scapito di Parodi lasciato a riposo per gli acciacchi che lo hanno accompagnato al rientro dagli Europei, novità anche nelle fila di Molfetta che invece deve schierare il giovane Izzo in regia al posto di Saitta, fermato da uno stiramento muscolare. L’avvio è pugliese, con la squadra allenata da Cichello che sfodera ottime difese ed una buona regolarità in attacco, con Sabbi che chiuderà con 6 punti ed un sontuoso 83%.

Molfetta si ritrova a più riprese a gestire un vantaggio di tre punti (5-2, 8-5 e 14-11), che la Cucine Lube Banca Marche riesce a colmare appoggiandosi sulla buona vena dei suoi battitori (5 ace nel parziale, solo 32%di positività in ricezione per i pugliesi). E’ proprio grazie a due servizi vincenti consecutivi di Kovar, infatti, che la Lube trova il suo primo vantaggio sul 17-16, lanciandosi verso il rush finale in cui l’ottimo Baranowicz esalta le doti in attacco dei suoi martelli, privilegiando spesso l’opzione pipe. Zaytsev, top scorer del primo set con 6 punti, sul 22-21 mura definitivamente le speranze pugliesi di pareggiare nuovamente la situazione. Chiude Podrascanin sul 25-23. E il resto della partita è un vero e proprio monologo dei cucinieri. Nel secondo set è il muro (5 vincenti) a regalare alla squadra di Giuliani gli allunghi più consistenti (18-11).

Il tecnico marchigiano concede alla platea anche Patriarca per far rifiatare Stankovic, mentre sull’altra sponda Cichello, che vede la sua squadra sempre sofferente in ricezione (36%), pesca a piene mani dalla panchina per provare a raddrizzare la situazione (dentro De Marchi per Casoli, Piscopo per Fornes e nel finale anche la diagonale Saitta-Blagojevic). Senza successo. Finisce 25-18 dopo un errore al servizio di Mazzone: ottimo 80% in attacco per Kurek, che chiuderà la sfida con 12 punti, e addirittura 100% per Podrascanin (Mvp: 11 punti, 88% in attacco e 3 muri), entrambi autori di 5 punti e primi attori (con un super Kovar, 8 punti, 60% in attacco, 2 ace e 46% in ricezione su 24 palloni) anche nel parziale conclusivo, in cui Giuliani (sul 19-13) fa esordire anche Leondino Giombini, tornato a giocare nelle Marche dopo 10 anni. Il punto del 25-20 che vale il 3-0 arriva con un errore in battuta di Izzo. Top scorer dei biancorossi Ivan Zaytsev con 13 punti (2 muri e 3 ace).

Le dichiarazioni post partita:

ALBERTO GIULIANI: "Era uno dei nostri obiettivi tenere alta la concentrazione e il livello, e mi viene da dire che non è stato centrato un po' perché nel primo set siamo partiti con troppa tensione, ed un po' perché nei restanti parziali abbiamo accumulato dei vantaggi importanti subito in avvio. Però alcune situazioni sono migliorate, quindi aspettiamo con fiducia l’incontro di martedì con il Kazan. Abbiamo sistemato qualche giocatore che doveva riprendere della sicurezza, Kovar è uno di questi, abbiamo disputato una buona gara in battuta: la nostra è una squadra con un buon potenziale, e può ricevere un ottimo contributo da questo fondamentale.

Parodi? La sua condizione è in continua evoluzione, è limitato dal dolore che sente alle ginocchia, si è allenato un po’ a singhiozzo, dunque in questo momento la sua condizione fisica non è soddisfacente. E adesso pensiamo al Kazan: è una partita molto complicata, contro unno squadrone, ed è una partita molto importante per noi, perché se non vogliamo perdere subito contatto in classifica contro questi squadroni dobbiamo assolutamente fare punti quando giochiamo in casa".

STEFANO PATRIARCA: "Questo debutto era una sensazione che avevo vissuto nei sogni. E' arrivata una doppia vittoria e questo per me è una doppia soddisfazione. Spero di ritagliarmi altri di questi spazi, di fronte ho i due centrali più forti d’Europa, ho tanto da imparare e cercherò di mettermi in mostra e lavorare duro".

MARKO PODRSCANIN:" In questo momento è importante crescere e vincere, siamo usciti dalle difficoltà del primo set e poi abbiamo giocato bene. Abbiamo iniziato col piede giusto questo campionato. Dopo l’avvio siamo cresciuti molto al servizio, non siamo ancora al livello a cui vogliamo essere. Martedì la Champions League, inizia con una partita tosta, contro una delle squadre più forti d’Europa".

JIRI KOVAR: “Abbiamo disputato una buona partita, anche se siamo partiti contratti e penso si sia visto. Il primo set l’abbiamo risolto con la battuta efficace, poi siamo riusciti a prendere il nostro ritmo di gioco, dal secondo parziale soprattutto, e abbiamo portato a casa i tre punti. Siamo in crescita e ora ci aspetta l’esordio in Champions League con il Kazan”.

JUAN MANUEL CICHELLO (allenatore Exprivia Molfetta) : "Nel primo set abbiamo messo in difficoltà Macerata con la battuta, poi sono cresciuti loro. Dal canto nostro dobbiamo lavorare per giocare una buona pallavolo che oggi si è vista solo a tratti. Macerata peraltro è candidata alla vittoria finale, ha giocato meglio di noi, ma questo sicuramente non è un alibi per noi. Abbiamo preso contatto con la nuova categoria e lavoreremo per migliorarci anche perché ho visto giocare la squadra secondo quanto gli avevo chiesto."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2013 alle 21:37 sul giornale del 21 ottobre 2013 - 536 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Tl5