Con 'Il violinista sul tetto' al 'Festival Macerata Teatro' arriva il musical

2' di lettura 25/10/2013 - Con Gli amici di Jachy il palco del Lauro Rossi si arricchisce di un assoluto inedito per il teatro amatoriale. Il violinista sul tetto in scena domenica (24 ottobre), alle 17.15, è la prima versione autorizzata in lingua italiana integrale di uno dei musical americani più rappresentati, col quale la compagnia del capoluogo ligure ha registrato il tutto esaurito al Teatro Rina e Gilberto Govi di Genova.

Il Festival Macerata Teatro vede, così, in gara un musical che nella sola Broadway ha superato le 3.000 rappresentazioni vincendo nove Tony Awards. Altrettanto successo ha riscosso la trasposizione cinematografica del 1971, che si è aggiudicata 3 premi Oscar e 2 Golden Globes.

La vicenda de Il violinista sul tetto è tratta da una delle storie dello scrittore di origine ebraica Shalom Aleichem (pseudonimo di Solomon Rabinowitz, nato in Ucraina nel 1859 e morto a New York nel 1916) e, grazie alle musiche di Jerry Bock e alla riduzione teatrale di Joseph Stein, lo spettacolo è un grande poetico e commovente affresco della storia di una piccola comunità ebraica nella Russia pre-rivoluzionaria.

Alla storia del protagonista, un simpatico lattaio che deve pensare al matrimonio per le sue tre figlie, si affianca la vita di tutta una comunità, le profonde tradizioni della cultura e religione ebraica, le canzoni e le danze folkloristiche, le sofferenze storiche che questo popolo ha dovuto subire. La produzione americana di questo affresco della Russia zarista di inizio Novecento vedeva impiegati almeno 60 elementi tra attori, musicisti e ballerini.

Afferma il regista Paolo Pignero: “Le sfide e lo sforzo produttivo sono stati davvero notevoli. Ricercare un nostro modo di poter rappresentare una storia così specifica, ma così universale. Rappresentare con sufficiente dettaglio, ma senza alcuna pretesa didascalica, i costumi di un’epoca e di un luogo così distante da noi. La caccia agli oggetti di scena in tutta l’Italia e all’estero. Coinvolgere un bellissimo gruppo di amici coristi nelle parti vocali per noi più complesse. Sacrificare, infine, le nostre famiglie e i nostri impegni privati in nome di un gioco, quello del Teatro, che a volte rapisce e ci porta, come nei quadri di Chagall richiamati dal titolo dell’opera, a galleggiare sospesi sopra le nostre città. A Voi, in definitiva, presentiamo i nostri sforzi imperfetti, con il sereno animo di chi, in ogni caso, non ha avuto timore di mettersi in gioco, fino in fondo”.

Info allo 0733/23073 e nei siti delle CTR e del Comune di Macerata www.ctrmacerata.ilbello.com www.comune.macerata.it sono previste per studenti, over 65 e associazioni culturali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2013 alle 00:37 sul giornale del 25 ottobre 2013 - 582 letture

In questo articolo si parla di macerata, spettacoli, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Tz5





logoEV
logoEV