I primi dieci anni dell’Informagiovani, martedì un’iniziativa per festeggiare

4' di lettura 27/10/2013 - Dieci anni di informazioni e consulenze per un servizio che è diventato un punto di riferimento importante per la città, ma non solo.

Dieci anni e non sentirli come l’Informagiovani, lo sportello del Comune di Macerata nato nell’ottobre del 2003 e che festeggerà questo traguardo importante e significativo con un appuntamento, #IG10 Buon compleanno Informagiovani, organizzato per il 29 ottobre alle ore 18.30, nei locali di piazza Vittorio Veneto, all’interno dello storico immobile che ospita la biblioteca Mozzi Borgetti, dove attualmente si trova la sede del servizio dopo i primi anni di operatività in via Pannelli.

Oltre a ricordare i dieci anni di attività dell’Informagiovani martedì prossimo ci sarà anche la Premiazionedel contest fotografico #booktrotter con l’allestimento nel foyer della Sala Castiglioni della mostra delle foto vincitrici e partecipanti al concorso indetto questa estate nell’ambito del progetto Lost in Library dal titolo #booktrotter : il libro in vacanza. Alle 19 seguirà un aperitivo di festeggiamento. “L’occasione del compleanno dell’Informagiovani in città - interviene il vice sindaco e assessore alle Politiche giovanili, Federica Curzi - non è soltanto una festa in cui ritrovare compagni di viaggio, amministratori e dipendenti comunali che hanno condiviso progetti, percorsi, percorsi e idee, è anche il momento giusto per un bilancio sociale di quanto questo particolare ufficio comunale riesce a dare e a ricevere dalla città.

Dico particolare .- proseguela Curzi– perché ha orari diluiti e differenti dai classici uffici, che permettono l’apertura anche nei pomeriggi e in orari più affini all’utenza più giovane, perché sono prioritariamente uffici di servizio al pubblico; infine perché da ben 10 anni presidiati da giovani operatori formati sulle specifiche tematiche delle politiche giovanili, della partecipazione, per le pari opportunità e per la progettazione europea. Una risorsa non scontata per un’Amministrazione comunale capoluogo di provincia. Le molteplici presenze, richieste, risposte, iniziative, consultazioni che sono possibili all’interno dei locali dell’Informagiovani sono testimonianza di uno scambio reale che avviene con i cittadini e con la popolazione giovanile volutamente collocata nelle civica biblioteca, a calzare ancora una volta la concomitanza essenziale del mondo della cultura con quello della partecipazione giovanile”.

L’Ufficio Informagiovani - dal 2005 anche Antenna Territoriale Eurodesk per fornire informazione e consulenza sulla mobilità europea e dal 2007 insieme allo sportello Informadonna – offre un’informazione sempre più accurata e alla portata di tutti utilizzando strumenti diversi da quelli tradizionali (telefono e mail) ai canali multimediali con particolare riferimento ai social network Facebook e twitter, al VoIP e allo spazio Web. Nella stragrande maggioranza gli utenti sono giovani maceratesi, ma anche studenti fuori sede e ragazzi immigrati nel nostro territorio, che quotidianamente si rivolgono allo sportello diventato per loro un punto di riferimento irrinunciabile.

Le richieste relative alle nove aree di informazione - scuola, educazione permanente, lavoro, professioni, estero, cultura e tempo libero, sport, vacanze e turismo, vita sociale e sanità - sono le più disparate anche se negli ultimi tempi si concentrano maggiormente nei settori legati al lavoro o alla formazione permanente (corsi di formazione professionale) segno che anche l’utenza dell’Informagiovani, che si rivolge prevalentemente ad una fascia d’età che va dai 15 ai 35 anni, risente delle difficoltà derivate dall’attuale congiuntura economica. Nel corso degli anni l’Informagiovani si è avvicinato al mondo dell’associazionismo grazie alle nuove mansioni acquisite di iscrizione all’Albo comunale delle associazioni e supporto all’Assemblea delle Libere Forme Associative.

Diverse le attività che gli operatori dell’Informagiovani svolgono oltre al normale orario di sportello ad esempio, solo per citarne alcune, la gestione del servizio di Bookcrossing che comporta la raccolta e registrazione di libri da rendere gratuitamente disponibili per gli utenti; l’organizzazione di rassegne cinematografiche; l’organizzazione dell’evento “Primo maggio ai giardini Diaz” e “Ma( R )che Festival” nel 2013; la fattiva collaborazione ad importanti progetti come: l’APQ Giovani. Ri-cercatori di senso. Progetto Pensiero di Marca – Scienza, Filosofia e Religione; Macerata Digitale: una rete in comune, progetto approvato e finanziato dall’ANCI, in cui il Comune di Macerata è capofila di una rete di partner; Macerata Partecipa al cui interno si sono organizzati i Life Cafè, un nuovo metodo di partecipazione che, ricreando l'ambientazione di un Cafè e proponendo modalità di confronto spontaneo e informale, intende facilitare il dialogo e la condivisione di conoscenze e idee. Sportello informativo regionale virtuale progetto regionale che prevedeva il coordinamento degli Informagiovani provinciali; Lost in Library, in collaborazione con l’Istituzione Macerata Cultura Da sottolineare che in questi anni l’Informagiovani ha rafforzato il suo radicamento sul territorio anche grazie alla collaborazione con enti ed istituzioni diverse come agenzie formative, scuole superiori, università, centri per l’impiego, Eures, associazioni di categoria, Ambito Territoriale Sociale n.15, mondo dell’associazionismo e molte altre ancora.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2013 alle 15:17 sul giornale del 28 ottobre 2013 - 446 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TFr





logoEV