Sindaco in classe risponde alla lettera di due bambini sulla Lube

1' di lettura 31/10/2013 - Benedetta e Simone della 5a classe della scuola primaria Dolores Prato, hanno scritto al primo cittadino per esprimere il loro dispiacere che la Lube vada a Civitanova, pregando il sindaco di leggere bene e rispondere alla loro lettera.

Romano Carancini ha scritto di suo pugno la risposta ai bambini, consegnando loro personalmente la lettera stamattina nella classe, dove li ha incontrati insieme ai loro compagni. Grande sorpresa per la presenza del sindaco in aula al suono della campanella, accolto dal grande entusiasmo degli alunni, con i quali ha parlato rispondendo ad una raffica di domande e chiedendo i loro giudizi e suggerimenti sulla città, sulla scuola e su ciò che loro vorrebbero migliorare.

“La Lube è molto importante perché ci ha permesso di essere conosciuti in gran parte dell’Italia – hanno scritto Benedetta e Simone– e sarebbe una grande disgrazia se andasse a Civitanova. Da Macerata nessuno, compresi noi e la nostra classe andrebbe più a vedere la Lube giocare”. “Il dispiacere che voi manifestate – ha risposto il sindaco– è lo stesso che provo io, personalmente, sentendomi davvero molto legato da sincera passione alla storia sportiva della Lube in questa città”.

Il sindaco conclude la sua lettera sottolineando che Macerata è conosciuta in Itala e all’estero non solo per la Lube, ma soprattutto per la sua storia, le attività culturali, i teatri, i personaggi che l’hanno resa importante, insieme al grande calore umano e l’ospitalità dei maceratesi. “Per questo spero – conclude il sindaco – che voi possiate essere orgogliosi del luogo in cui vivete”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2013 alle 17:32 sul giornale del 02 novembre 2013 - 481 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, lube, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TST





logoEV