Al via le attività sociali del Centro per Famiglie di viale Indipendenza

Centro per Famiglie 6' di lettura 05/11/2013 - Prendono il via da oggi le attività del Centro per Famiglie, un luogo di incontro, di formazione e di mutuo aiuto promosso dall’assessorato ai Servizi alla Persona del Comune e finanziato con un contributo regionale concesso all’Ambito territoriale sociale n.15.

Il Centro si trova in viale Indipendenza (nello spazio verde trala Croceverde e il Bar) e svolgerà la sua funzione di sostegno alla genitorialità, alla famiglia, agli adolescenti, attraverso le competenze del Servizio sociale del Comune e di otto associazioni di volontariato che, gratuitamente, saranno a disposizione dell’utenza promuovendo corsi e iniziative per accrescere le conoscenze e le capacità relazionali degli adulti, per facilitare il dialogo e il confronto tra generazioni e culture diverse e per incentivare l’incontro tra bisogni e servizi offerti dal territorio.

“La generosità di tante associazioni che aprono le braccia all’ascolto e all’aiuto è una grande ricchezza per tutta la città e sono orgoglioso, in qualità di sindaco, di poter aprire un luogo dove accogliere e dare risposte”. Le parole del sindaco Romano Carancini, martedì scorso durante la cerimonia di inaugurazione, sintetizzano la finalità del centro e mettono al centro la necessità di fornire sostegno e formazione alle famiglie.

“E’ nel nucleo familiare, dove le vicende umane trovano la sintesi e il confronto, che si scaricano le problematiche dei singoli componenti” ha fatto eco l’assessore ai Servizi sociali Narciso Ricotta “per questo abbiamo ritenuto utile dare sostegno e forza alle famiglie per svolgere con più competenza un ruolo difficile e sempre in evoluzione”. Al taglio del nastro erano presenti anche il presidente del Consiglio comunale Romano Mari, il consigliere regionale Angelo Sciapichetti, il dirigente e il personale dei Servizi sociali e i responsabili delle associazioni che hanno poi illustrato i progetti che metteranno in campo.

L’attività della Praxis,associazione di psicologi, educatori e pedagogisti, è finalizzata alla gestione della quotidianità familiare, si rivolge alle situazioni pratiche che avvengono tra le mura domestiche, come la gestione di conflittualità educative o delle problematiche riguardanti il rapporto con la scuola.. Lo Sportello psicopedagogico sarà aperto il martedì dalle ore 10 alle 12 e il venerdì dalle 16 alle 18. Il primo venerdì del mese, invece, alle ore 18, si organizzeranno seminari sulla genitorialità, sul rapporto bambini-scuola e su altre tematiche che saranno suggerite dagli stessi utenti.

Il Cerchio Magico , associazione di promozione sociale e di servizi per l’infanzia e la famiglia, svolge nel centro attività di sportello per la mediazione familiare. Un intervento offerto a coppie di sposi o di conviventi per trovare nuovi canali comunicativi per risolvere le conflittualità, per far sì che i genitori si riapproprino delle responsabilità che spesso vengono delegate a terze persone. La consulenza di gruppo per famiglie in crisi si svolgerà il primo martedì di ogni mese dalle 17,30 alle 19,30.

Lo sportello di mediazione familiare nei casi di separazione e divorzio, il secondo e quarto mercoledì del mese, ore 10-12. L’associazione Epokè , accompagnerà invece le coppie nel passaggio da coppia a famiglia. Si occuperà di quelle in formazione e di quelle in attesa del primo figlio passando anche attraverso la gestione del rapporto familiare in questa prima delicata fase della vita in tre. Il fine è di sviluppare consapevolezza ed evitare stress e disfunzioni che possono sfociare in terapia.

L’attività si rivolge poi anche alle problematiche psicologiche derivanti dall’ambito lavorativo, dal mobbing alle tensioni all’interno del sistema, allo stress per la perdita del posto. La consulenza per disagi lavorativi si svolgerà il secondo e quarto giovedì del mese dalle 17,30 alle 19,30, gli incontri di consulenza per neo genitori, il primo e terzo giovedì del mese dalle 15 alle 17. Il Consultorio il Portale , il terzo martedì del mese, offre invece due servizi di consulenza, uno per la coppia l’altro per i ragazzi adolescenti. Il primo in programma dalle 10 alle 12, mentre quello per i ragazzi, dalle 17 alle 19.

L’Associazione Piombini Sensini , si prende cura delle famiglie problematiche per prevenire le situazioni di disagio. Nella sede del Centro perla Famiglia, l’associazione offre laboratori di gruppo per genitori per dare spazio alle emozioni e ai vissuti sperimentati con i figli. I gruppi saranno omogenei per età dei figli e la loro attività è in programma il lunedì pomeriggio. Le Acli offrono invece un servizio per favorire l’inserimento sociale delle donne immigrate che non conoscono la lingua e si trovano, per questo, in condizioni di difficoltà anche per le semplici azioni quotidiane.

Una docente di lingua italiana il giovedì mattina, dalle 10 alle 12, è a loro disposizione per insegnare le basi della nostra lingua. L’Arci sostiene gli studenti della scuola dell’obbligo mettendo a disposizione un volontario il mercoledì pomeriggio, dalle 15 alle 18, mentre i lettori volontari del progetto Nati per Leggere - Leggere è familiare, il quarto martedì del mese dalle 17 alle 19 offrono letture e racconti per bambini e bambine. Incontri di gruppo per famiglie d’appoggio sono invece organizzati dai Servizi sociali del Comune l’ultimo mercoledì del mese, dalle 14 alle 15,30, mentre l’Ambito territoriale sociale n.15 a breve fornirà informazioni sull’affido familiare .

Al fianco di queste attività, che prenderanno il via durante questa settimana, un’altra serie è in procinto di partire. Sono i gruppi di auto mutuo aiuto dell’Ama, che faciliterà incontri per condividere le problematiche dei familiari con disagi psichici, i corsi di primo soccorso e di prevenzione degli infortuni domestici promossi dalla Croce Verde, i gruppi di parola per figli di genitori separati o di recente immigrazione organizzati dal Servizio sociale del Comune. Infine l’Università promuoverà una serie di incontri con la professoressa Barbara Pojaghi e/o le sue collaboratrici, incentrati sulla comunicazione interpersonale e sulla gestione dei conflitti nel contesto familiare per promuovere l’ascolto attivo, l’empatia e la comunicazione non violenta. L’attività pratica del Centro per Famiglie è possibile anche grazie al materiale didattico e ai libri scelti con cura e competenza dalla professoressa Donatella Capodaglio, donati alla città dal Soroptimist International Club di Macerata.

Informazioni dettagliate ai numeri 0733/256327, 256243, 256465 (centroperfamiglie@comune.macerata.it) o sul sito www.comune.macerata.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2013 alle 21:32 sul giornale del 06 novembre 2013 - 506 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/T4o





logoEV
logoEV