Sequestro di persona a scopo di estorsione: quattro arresti

Carabinieri di notte 1' di lettura 07/11/2013 - Nella giornata di mercoledì, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Macerata hanno concluso una complessa ed articolata attività investigativa iniziata a settembre, concernente l’esistenza e l’operatività di un gruppo di persone responsabili in concorso tra loro di estorsione, sequestro di persona a scopo di estorsione, lesioni personali aggravate, rapina e spaccio di stupefacenti.

Questi reati sono stati commessi a Macerata nei confronti di un cittadino Italiano originario della provincia. L’uomo nei primi di settembre era stato sequestrato picchiato e torturato allo scopo di estorcergli 5000 euro, ed ha subito vessazioni e prepotenze continue fino alla scoperta dei fatti da parte dei Carabinieri. L’indagine è stata condotta senza ausilio di attività tecniche ma con metodi tradizionali, tramite ricerche, analisi, ascolto di persone informate sui fatti e servizi di osservazione ed appostamento continui.

All’alba di mercoledì, 15 militari, hanno dato esecuzione alle Ordinanze di Misure Cautelari Personali in collaborazione con le Stazioni dipendenti e una unità del Nucleo CC Cinofili Pesaro nei confronti di quattro persone con precedenti catturati a Macerata e nelle zone limitrofe. Si tratta di A.M.A., egiziano di 31 anni, residente a Macerata, associato in carcere, A.M.S., anch’egli egiziano 20enne, residente a Macerata, sottoposto agli arresti domiciliari, E.A. egiziano, di 23 anni, F.M., italiana di 54 anni entrambi residenti a Macerata e sottoposti agli arresti domiciliari.

Nel corso dell’operazione e delle perquisizioni sono stati anche rinvenuti 10 grammi di cocaina, 40 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento dello stupefacente, 2 coltelli serramanico, un bastone animato con una lama di 60 cm, una frusta, tutto posto sotto sequestro.






Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2013 alle 00:47 sul giornale del 07 novembre 2013 - 705 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/T7E





logoEV