Calcio: serie D, finisce 3-1 il match tra Maceratese e Jesina

Nicola Cardinali, autore del gol contro la Maceratese 3' di lettura 17/11/2013 - All’Helvia Recina si affrontano la squadra di casa, reduce dal pareggio contro la corrazzata Ancona, e la Jesina uscita vincente dallo scontro casalingo contro la Recanatese. Squadre che si sono affrontate a viso aperto, facendo divertire il pubblico presente, tra cui una novantina di tifosi leoncelli. Da segnalare nella Maceratese l’assenza dell’ex Borrelli, sostituito da Donzelli. Presente in campo invece l’altro ex di turno, il baby Gabrielloni.

Jesina che deve fare ancora a meno di Rossi, sempre preso dall’infortunio, con Mbaye ancora non al 100%. Il primo tempo vede la Jesina subito in avanti: Turbacci subito impegnato da Tombari, Nicola cardinali, Rossini. L’estremo difensore difende bene la porta. Risponde la Maceratese con un duplice tentativo di Cavaliere (altro ex della Jesina, ai tempi della serie C).

Ma la Jesina continua a cercare il gol, collezionando calci d’angolo e occasioni. È da poco passata la mezzora e la partita si scalda: si alzano le proteste dei padroni di casa, prima per un presunto fallo di mano commesso su azione innescata da Gabrielloni, poi per l’atterramento di Cavaliere. Anche l’arbitro va in confusione e prima ammonisce Tullio, poi si ravvede e concede punizione a favore della Jesina. Sullo scadere del primo tempo Sebastianelli va vicinissimo al gol, ma per l’arbitro è posizione irregolare.

La risposta dei padroni di casa fa più male, quando si accende una maschia un area leoncella e una buona intesa tra Ambrosini e Gabrielloni fa sì che l’ex Jesina appoggi in rete la palla del vantaggio della Maceratese. Le squadre vanno a riposo sull’1-0. Il secondo tempo si mette subito male per la Jesina: al 1’ minuto l’arbitro indica il dischetto a favore della Maceratese per un fallo ai danni di Ambrosini, proprio al limite dell’area. Cavaliere non perdona e mette a segno il raddoppio.

La Jesina accusa il colpo, mister Bacci tenta di rifarsi e mette dentro un altro attaccante, Mbaye, ancora non in perfetta forma ma a disposizione la seconda frazione di gioco. Subito pericoloso di testa ma Turbacci sventa il pericolo. Immediatamente dopo è Pierandrei a cercare il gol, ma è Nicola Cardinali al 16’ ad accorciare le distanze, sullo sviluppo di un calcio d’angolo mette in rete di testa.

Una Jesina mai doma che conquista centimetro verso l’area avversaria, si rende pericolosa e cerca a tutti i costi il pareggio. La partita sul finire si fa nervosa, alcuni falli accendono l’animo in campo e richiedono l’intervento dell’arbitro: Benfatto commette fallo in area di rigore ai danni di Pierandrei, ma l’arbitro lascia correre.

Il match si avvia al triplice fischio con l’espulsione di Sebastianelli e la Jesina che sfiora il pareggio ma Turbacci compie il miracolo. Nel recupero la beffa per la Jesina: veloce contropiede dei padroni di casa, Donzelli a tu per tu col portiere mette a segno il gol numero 3. Termina 3-1 ma il risultato non rende onore ad una Jesina mai arresa e sempre pericolosa.

MACERATESE: Turbacci, Donzelli, Russo, Conti, Aquino, Arcolai (8′st Benfatto), Romano (42′st Orta), Pietropaolo, Ambrosini, Cavaliere (30′st Ruffini), Gabrielloni. All. Favo

JESINA: Giovagnoli, Tullio (4′st Mbaye), Carnevali, Marco Strappini, Tafani, Tombari (43′st Iazzetta), Mattia Cardinali (24′st Giansante), Nicola Cardinali, Pierandrei, Rossini, Sebastianelli. All. Bacci

Arbitro: Gironda Velardi di Bari

Reti: 42’ Gabrielloni, 1’ st Cavaliere (R), 16’ st N. Cardinali, 46’ st Donzelli

Ammonizioni: Tullio, Cavaliere, Romano, N. Cardinali, Sebastianelli, Ambrosini, Donzelli, M. Strappini. Espulso Sebastianelli per doppia ammonizione


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2013 alle 17:38 sul giornale del 18 novembre 2013 - 733 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, Jesina, maceratese calcio, serie d, cristina carnevali, nicola cardinali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UC2





logoEV