contatore accessi free

Macerata Racconta scalda i motori, 80 studenti per il primo laboratorio didattico

2' di lettura 15/01/2014 - “Mandami tanta vita”, è questa la richiesta che Piero Gobetti invia alla moglie Ada dal suo esilio forzato a Parigi. A raccontarlo è Paolo di Paolo, scrittore romano, che con il suo romanzo Mandami tanta vita, edito da Feltrinelli, si è classificato terzo al Premio Strega 2013.

Ed è proprio questo libro l’oggetto del nuovo laboratorio didattico, riservato agli studenti delle scuole superiori di Macerata, che l’associazione conTESTO realizza avvalendosi della collaborazione dell’Istituto Storico Della Resistenza e dell’Età Contemporanea (ISREC) nell’ambito della prossima edizione di Macerata Racconta.

“Siamo molto orgogliosi di questi laboratori - afferma la responsabile-scuola dell’associazione con Benedetta Di Giovannantonio - perché la collaborazione con le scuole rappresenta un momento fondamentale del progetto Macerata Racconta che ci permette di offrire ai giovani degli spazi ulteriori di stimolo alla lettura e alla scrittura con un loro coinvolgimento diretto e attivo. E’ certo che, per l’associazione, rappresentano un impegno economico e organizzativo significativo, ma la crescente adesione, registrata negli anni, ai laboratori ci testimonia che la strada intrapresa è quella giusta”. Nel primo pomeriggio di oggi, nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde che ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale, ha preso il via la prima lezione durante la quale sono stati consegnate dall’associazione con le copie del libro che gli studenti dovranno leggere e, successivamente, approfondire dal punto di vista storico con l’attenta guida dei ricercatori dell’ISREC, Maila Pentucci e Francesco Rocchetti. Infine, nell’ultimo appuntamento del laboratorio, previsto durante le giornate della Festa del libro Macerata Racconta, gli allievi incontreranno l’autore Paolo Di Paolo per dialogare con lui sul suo romanzo.

Gli 80 studenti che hanno aderito al progetto di laboratorio provengono da diverse classi del Liceo Scientifico Galilei, dell’ITC Gentili, dell’IPCT Pannaggi, dell’ITA Garibaldi e dell’ITAS Ricci, coadiuvati dal prezioso apporto delle rispettive docenti, Annalisa Campanaro, Elvira Pagnanelli, Nunzia Savino e Anna Luigia Rinaldi. Al termine del laboratorio riceveranno, in accordo con l’assessorato alla Scuola del Comune di Macerata, un credito formativo valevole per il loro percorso di studi. A febbraio partirà, invece, il secondo laboratorio didattico, questo dedicato alla scrittura, durante il quale l’autore e copywriter Massimo De Nardo formerà gli studenti sulla scrittura e sulla comunicazione a fini pubblicitari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2014 alle 20:54 sul giornale del 16 gennaio 2014 - 865 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/W86