Banda larga, continua il tour della Provincia nei comuni

banda larga generico 2' di lettura 08/02/2014 - Non è più regno di pochi, nel Maceratese, l'accesso veloce a Internet. La Provincia infatti ha creato una rete wireless di sua proprietà, dotando della banda larga quelle zone che ne erano sprovviste, specialmente le frazioni e le campagne.

Un progetto che ha interessato pressoché tutti i Comuni, dove l'Amministrazione provinciale sta tenendo specifici incontri per presentare ai cittadini e alle aziende questa opportunità costata oltre 715 mila euro, di cui 156 mila da risorse proprie e il resto con fondi Por-Fesr 2007-2013. Martedì 11 febbraio il tour fa tappa a Treia. L'assemblea, promossa insieme al Comune, è in programma alle 21 nella sala parrocchiale di Chiesanuova.

A presentare le modalità di utilizzo della rete, che assicura la copertura delle zone rurali anche in direzione di Cingoli e Appignano, ci saranno, oltre ad Antonio Pettinari, presidente della Provincia, e a Tiziana Tombesi, commissario straordinario di Treia, Giorgio Palombini, assessore provinciale ai Sistemi e alle Reti informatiche, Luca Canovari, responsabile tecnico del progetto per la Provincia, e Sara Servili in rappresentanza di WiMarche, l'associazione temporanea di imprese capitanata dall'azienda Servili Computer Srl, affidataria della gestione della rete.

“La connettività a banda larga - dice il presidente Pettinari - ha un'importanza strategica per lo sviluppo e la competitività in tutti i settori produttivi, compresa l'agricoltura, ma anche ai fini dell'inclusione sociale e della creazione di nuova occupazione per i giovani. Non possiamo dunque che essere soddisfatti di aver realizzato questo progetto, portando la banda larga nelle zone a 'fallimento di mercato', dove cioè gli operatori non hanno interessi economici ad investire. Ce ne siamo fatti carico noi, come Provincia, dando la possibilità a tutti, specialmente a chi vive in aperta campagna e nelle frazioni, di usufruire dei servizi Internet prima preclusi, garantendo nel contempo una copertura sicuramente fra le più alte d'Italia”.

Sono ben 55 nella provincia di Macerata i siti dove WiMarche ha installato oltre 160 antenne per la distribuzione del segnale e più di 200 per gli utenti e per le aziende. Si potrà navigare a tariffe competitive e la Provincia investirà la parte dell'utile spettante nell'aggiornamento e nell'espansione dell'infrastruttura.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2014 alle 17:30 sul giornale del 10 febbraio 2014 - 762 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ycl





logoEV
logoEV