Bilancio della Provincia, i moderati alzano la voce

Provincia di Macerata 3' di lettura 15/04/2014 - In un clima reso pesante dalle ripetute accuse all’efficienza della giunta, sempre più isolata dal consiglio e dai gruppi consiliari, dopo 5 mesi trascorsi dall’ultima seduta, si è svolta la sessione di bilancio.

Un susseguirsi di rimproveri uniformemente distribuiti sia dalla minoranza che dai consiglieri di maggioranza. In primo luogo si è discusso sul progetto politico "Modello Marche" che vedeva alleati il Pd di Ucchielli e l'Udc di Pettinari, dove il Capogruppo dei moderati Nazareno Agostini l'ha definito un autentico fallimento. -Oggi quel tempo è lontanissimo, ma mentre il Pd di Renzi è altra cosa rispetto al vecchio partito e Ucchielli è sparito dalla scena politica, l’Udc continua ad essere rappresentato da Pettinari nel doppio ruolo sia di segretario regionale adesso alleato col centro destra e di presidente della Provincia di centro sinistra. Una provincia che non brilla certo per dinamicità, ma a malapena riesce a svolgere la gestione ordinaria, tra mille giustificazioni, senza idee, chiusa nel suo palazzo, con enormi costi di gestione se paragonati ai servizi resi ai cittadini e alle imprese.-

Lo stesso Agostini prosegue, evidenziando i costi e gli sprechi fatti negli anni passati e quelli attuali -Costi esagerati per le indennità del presidente e della giunta: 350.000 € all’anno per sette politici tutti a tempo pieno, ma con incarichi part time anche in 3 comuni. Costi per l’eccessivo numero dei 13 dirigenti e per l’alto numero di dipendenti, vista le ridotta operatività dell’ente. Costi per l’esagerato numero di palazzi che utilizza (5), per gli sprechi e i privilegi che non vengono ancora eliminati. Al contrario, proprio in questi tempi difficili, la provincia dovrebbe dimostrare ogni giorno la sua utilità. In tre anni di attività questa provincia non è riuscita ad attuare nessun punto del piano delle dismissioni immobiliari, mentre ha perseverato nell’autorizzare nuovi centri commerciali e grandi cubature edilizie.-

Il Capogruppo dei moderati in fine pur aprendo un confronto con altre forze politiche conclude attaccando direttamente l'operato dell'Udc -Tuttavia con Pettinari una certezza c’è sempre: le tasse. Tasse per tutti, tasse al limite massimo consentito, come la recente decisione di aumentare dal primo gennaio, quella di registro sulle auto, dopo aver aumentato la tassa sulle assicurazioni. Infine, noi moderati abbiamo aperto una fase di confronto politico con le altre forze presenti, dopo l’approvazione della legge di trasformazione delle province, per approfondire il tema dell’utilità o meno che la giunta provinciale giunga al termine del suo mandato, previsto fra due anni. Valuteremo insieme, entro i prossimo due mesi, le opportunità e le penalizzazioni che ciò potrà portare al sistema amministrativo locale e regionale e attueremo le decisioni conseguenti.-

E dopo questa attesa sessione di bilancio che mancava ormai da 5 mesi, in uno scenario dove perfino commentare un gesto politico diventa imbarazzante, ci auguriamo che questo vento di cambiamento che sentiamo ora, non sia lo stesso che ci soffoca ormai da anni.


di Alessandro Russo
redazione@viveremacerata.it





Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2014 alle 17:22 sul giornale del 16 aprile 2014 - 773 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di macerata, articolo, Alessandro Russo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/2Dk





logoEV
logoEV