Ex Ircr : riduzione delle rette della casa di riposo e stabilizzazione del personale

2' di lettura 22/04/2014 - Il sindaco Romano Carancini, l’assessore ai servizi alla persona Narciso Ricotta hanno presentato oggi insieme al presidente e direttore dell’IRCR, Giuliano Centioni e Ivo Schiaffi, due importanti obiettivi raggiunti dall’Azienda Pubblica Servizi alla Persona - ex Ircr, nell’ambito di un protocollo di intesa sottoscritto tra Comune, Ircr, Servizi Sociali e sindacati, presenti anch’essi oggi alla presentazione dei risultati.

Si tratta della riduzione delle rette per gli ospiti della casa di riposo e lo sviluppo di un piano occupazionale dell’azienda che ha consentito la stabilizzazione di 18 persone su un totale di 32, da stabilizzare totalmente in tre anni.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dall’azienda - ha detto l’assessore Narciso Ricotta - che sta attuando con sollecitudine gli obiettivi sottoscritti con l’amministrazione comunale, due dei quali oggi tagliano il traguardo in settori tanto importanti quali il lavoro e la riduzione delle rette che riguarderà il 90% degli ospiti”.

La riduzione delle rette, che sarà applicata a partire dal 1 maggio prossimo, consentirà alle famiglie un risparmio annuo di 861 euro per ospiti non autosufficienti, che arrivano a 912 euro se si tratta di persone con nutrizione enterale, e di 226 euro, per quelli autosufficienti.

Le due fasce di rette mensili attualmente previste di 1.615 euro e 1.668 euro passano, dunque, ad una unica retta di 1.596 (non autosufficienti), per gli autosufficienti passano da 1.089 a 1.022 euro mensili, senza intaccare i livelli di qualità di assistenza, è stato sottolineato dal presidente IRCR, azienda recentemente certificata ISO 9.001.

Il sindaco Romano Carancini ha sottolineato che “questi frutti scaturiscono da un preciso indirizzo dell’Amministrazione comunale e da un costante lavoro congiunto con il CDA dell’IRCR e volto ad accelerare, rafforzare rendere trasparente e rigorosa un’azienda che è un fiore all’occhiello della città. Due i passaggi fondamentali di questo percorso – ha proseguito il sindaco - la trasformazione dell’IRCR in Azienda Pubblica di Servizi alla Persona e l’accordo quadro le parti sociali del luglio scorso per delineare gli obiettivi e le performance del servizio. I risultati finora raggiunti indicano una grande capacità di gestione e di previsione, che vanno riconosciuti alla governance dell’azienda ed ai suoi partner”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2014 alle 23:30 sul giornale del 23 aprile 2014 - 528 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/2YE





logoEV
logoEV