Automobilismo: la storica ed affascinante Mille Miglia a Macerata

5' di lettura 10/05/2014 - Il territorio maceratese ancora protagonista dell’automobilismo storico di prima grandezza. La corsa più bella del mondo, come la chiamava Enzo Ferrari, taglia il traguardo della 32° edizione e si regala un percorso che, venerdì prossimo 16 maggio, vedrà alla ribalta internazionale anche Macerata, grazie all’impegno del Comune che ha voluto portare nel cuore della città questa prestigiosa rievocazione, contribuendo anche con proprie risorse alla riuscita della manifestazione.

Il percorso, infatti, è stato scelto dal Comune e dagli organizzatori proprio per far vivere ai maceratesi, alla città ed al suo centro storico questo evento affascinante. L’evento è stato presentato oggi in Comune dall’assessore allo Sport Alferio Canesin, da Enrico Ruffini presidente Automobil Club e componente d’onore Mille Miglia e Lucio Bugli della Scuderia marche Club Motori Storici.Una carovana composta da 435 splendide auto d’epoca partirà giovedì da Brescia, campo base dell’Automobile Club proprietario del marchio fin dalla prima edizione. Lì tornerà domenica 18 passando per Vicenza, Padova, San Marino, Riccione e giù fino a Loreto da dove, prima di puntare verso l’Aquila e poi Roma, questo spettacolare museo viaggiante attraverserà la provincia di Macerata. Recanati, Montecassiano poi, appunto, Macerata: l’Amministrazione comunale, l’AC Macerata e il suo presidente, Enrico Ruffini, hanno fortemente voluto che il nostro territorio fosse protagonista di un’occasione particolarmente significativa di visibilità.

“La nostra - dice Ruffini, che è stato nominato nel Comitato d’onore della Mille Miglia - è una terra che storicamente ama l’automobilismo storico. In questi mesi di preparazione sono in tanti che ci hanno testimoniato l’amore per la terra dei motori perché la Mille Miglia è un evento di valenza certo sportiva, ma anche e soprattutto culturale. I primi numeri, quelli dal n. 1 al 25, vengono assegnati alle auto più antiche - OM Superba e Bugatti - autentiche signore d’epoca che appartengono a patrimoni privati accessibili al grande pubblico solo e soltanto in questa occasione. Fanno parte del nostro immaginario collettivo, della nostra cultura, della nostra storia”.

Gli equipaggi iscritti e sottoposti al vaglio della commissione selezionatrice sono stati 619, di 35 Paesi diversi dalla Nuova Zelanda alla Cina, dal Sud America ai Paesi Arabi. 61 le case automobilistiche rappresentate in fase di selezione.

Le 435 vetture ammesse alla competizione sono modelli dall’indiscusso valore qualitativo, collezionistico e sportivo. 67 di questi hanno partecipato ad almeno una gara fra il 1927 e il 1957. A sfilare saranno 59 Mercedes-Benz, 57 Alfa Romeo, 53 Jaguar SS, 41 Porsche, 32 Aston Martin e 24 fra BMW e Ferrari, solo per citarne alcune.

Fra partecipanti e seguito, oltre duemila persone giungeranno nella città di Macerata venerdì prossimo. La Mille miglia ( rievocazione storica e evento sportivo nel contempo) transiterà in città alle ore 16 circa e sarà preceduta, alle ore 14.30 circa, dal “Tributo alla Mille miglia” con Ferrari e Mercedes che transiteranno lungo il medesimo percorso. Il centro storico sarà coinvolto nella sua interezza, con l’affascinante sfilata di auto d’epoca. Le auto transiteranno in alcune vie in senso contrario con questo percorso: Villa Potenza, via dei Velini, corso Cavour, Via garibaldi, Via tommaso lauri, via Crescimbeni, piazza V:Veneto, Corso della Repubblica, piazza della Libertà, via don Minzoni, Via Gioberti, via Ricci, Via Lauro Rossi, via Ciccarelli, porta Picena,, piazza N. Sauro, viale Trieste (senso contrario di marcia), viale Puccinotti, corso Cavour, viale Martiri della Libertà, via Roma. Farà rotta, poi, verso Sforzacosta e da lì sulla provinciale fino a Sarnano, la perla dei Sibillini sulle cui strade si allenava Lodovico Scarfiotti e che ospiterà la Sarnano-Sassotetto i prossimi 31 maggio-1 giugno. “Il percorso, conclude Ruffini, è stato studiato affinché il pubblico possa godere appieno di un evento di prestigio incomparabile”.

La corsa poi proseguirà il suo percorso per Roma passando per l’Aquila, in un territorio ancora ferito dal terremoto del 2009. Un passaggio che assumerà carattere simbolico come quando la Freccia Rossa transitò fra le tende dei terremotati in Umbria nel 1997 e in Emilia Romagna nel 2013. Raggiunta la capitale, la carovana della Mille Miglia ripartirà da lì domenica 17 maggio, percorrendo il versante tirrenico fino a Lucca e poi da Bologna di ritorno a Brescia per tagliare il traguardo finale.

La storica corsa d’ auto d’epoca è un evento unico che da oltre 30 anni rappresenta un momento di incontro tra sport, storia, cultura e territorio. Una manifestazione capace di coniugare tradizione, innovazione, creatività, eleganza, bellezze paesaggistiche e stile di vita del nostro Paese.

In occasione del passaggio a Macerata della storica corsa, l’Amministrazione comunale ha invitato gli esercizi commerciali a rendere la città festosa ed accogliente, offrendo ai clienti aperitivi e prodotti “A zero miglia”.

Anche le scuole sono state coinvolte in questo evento, affinché i ragazzi si trasformino in inviati speciali per raccontare la mille miglia con foto scritti, disegni da inviare all’ufficio stampa del comune (ufficiostampa@comune.macerata.it) per la pubblicazione sulla pagina Facebook istituzionale.

Anche i musei di Palazzo Buonaccorsi resteranno aperti fino alle ore 22 per accogliere il pubblico e i visitatori. Parcheggi Garibaldi e Sferisterio resteranno aperti con orario continuato e gratuito dalle ore 21.

Un’ordinanza del comando dei vigili urbani ha disciplinato la circolazione e la sosta lungo il tragitto della mille miglia. Divieti e modifiche alla circolazione saranno segnalate sul posto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2014 alle 21:16 sul giornale del 12 maggio 2014 - 679 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Vv