Idv Macerata, 'Regole comuni nell'UE come punto di partenza per riforme economiche'

1' di lettura 07/11/2014 - Buon successo di pubblico per il convegno-dibattito organizzato giovedì 6 novembre, dall’Italia dei Valori in collaborazione con l’associazione “Me-mmt” sul tema “La crisi economica e l’Euro: prospettive e soluzioni”.

Dalle relazioni dei due autorevoli economisti intervenuti, Alessandro Lelli (responsabile nazionale del laboratorio di Economia dell’Italia dei Valori) e Pier Paolo Flamini (referente economico Me-mmt) è emerso che la politica economica nell’Unione Europea deve cambiare verso in quanto la Bce e gli altri organi competenti in materia non tengono conto delle differenze strutturali di ciascun Paese. Ragione per la quale si sta innescando “una guerra tra poveri” con l’aggravante che in Italia è in atto un processo di “desertificazione industriale” su settori strategici per lo sviluppo di un Paese e dal 2008 ad oggi si è perso il 9% del Pil con aumento dei tassi di povertà e disoccupazione. Risultati determinati anche dalle politiche di austerity imposte dall’alto.

A conclusione dei lavori Ennio Coltrinari segretario regionale IdV e Giuliano Meschini, responsabile provinciale dell’Italia dei Valori, hanno richiamato l’attenzione sulla necessità di avere in Europa regole comuni, a partire dal mercato del lavoro, ed un sistema che non avvantaggi soltanto la Germania. Non era certo questo l’intento dei padri fondatori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2014 alle 18:23 sul giornale del 08 novembre 2014 - 545 letture

In questo articolo si parla di politica, IdV Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abcf