Morrovalle: terzo anno con la Borsa di studio del Comune, domande di ammissione sino al 29 novembre

borse di studio 3' di lettura 20/11/2014 - Ecco un altro modo concreto per verificare dove vanno i soldi della comunità morrovallese. Lo sforzo dell’Amministrazione comunale di compensare la forte riduzione dei trasferimenti che riguardano il settore del sociale, si sostanza da tre anni anche con la borsa di studio che premia i ragazzi particolarmente diligenti a scuola.

L’istituzione riguarda gli studenti scuola secondaria di 1° e di 2° grado, ex media inferiore e superiore. Il beneficio premia gli studenti meritevoli sulla base delle votazioni avute nell’anno scolastico 2013-2014. Nel bando pubblicato sul sito del Comune si dà notizia che la domanda va inoltrata entro il prossimo 29 novembre e si specificano i criteri di accesso al beneficio, cumulabile oltretutto con il rimborso regionale per le spese dei libri di testo. Come lo scorso anno, anche in questa edizione dell’iniziativa a ogni ragazzo meritevole vanno 200 euro. Tra gli obiettivi dell’iniziativa c’è anche quello di destinare risorse alle famiglie che, pur gravate da problemi economici, superano di poco le soglie di ammissione molto basse fissate per le contribuzioni di carattere sociale.

“Rispondiamo ai tagli statali e regionali anche nel settore sociale con nuovi servizi alle persone. E’ questo il nostro impegno e la cifra che caratterizza questa gestione comunale – spiega il sindaco di Morrovalle Stefano Montemarani –. Il fondo di solidarietà è stato praticamente asciugato e per Morrovalle le contribuzioni sono ridotte all’osso. Eppure è da qui che devono venire i soldi per tante cose utili a parecchie fasce della popolazione, da quella più anziana a quella dei giovanissimi. Lo scorso anno, nonostante il taglio spaventoso dei trasferimenti, siamo stati in grado d’investire nel sociale 554 mila euro. Quest’anno, pur diminuendo ancora le entrate statali e regionali, produrremo servizi sociali ai residenti per 640 mila euro. Un aumento importante: tenendo conto delle minori risorse ricevute, si tratta di più di 130 mila euro. Una frazione di questi soldi ci è sembrato importante destinarla alla formazione dei ragazzi. Un contributo piccolo, s’intende. Ma che ha il valore simbolico di riconoscere che nella scuola e nella formazione dei ragazzi deve essere individuato un presupposto ineliminabile per la rinascita del nostro Paese”.

“Vero è che così andiamo controcorrente – interviene anche il vicesindaco Alessandro Capozucca –. Quando la sollecitazione generale ci impone di risparmiare e di ottimizzare, noi rispondiamo con questa borsa di studio e, più ancora, con l’avvio di un nuovo servizio pubblico: l’asilo nido di Trodica che va e andrà progressivamente a sostegno di molte famiglie con bambini piccoli. Di questi tempi aggiungere spesa sociale a spesa sociale non è certo ordinaria amministrazione. Così gli anni di questa legislatura si stanno caratterizzando essenzialmente per la vicinanza alle persone. E forse una riflessione collettiva su questa azione solidale potrà fare bene ai sentimenti di appartenenza a questa comunità”.

Per informazioni tel. 0733-223130 tutte le mattine eccetto il giovedì.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2014 alle 23:17 sul giornale del 21 novembre 2014 - 683 letture

In questo articolo si parla di economia, morrovalle, comune di morrovalle, borse di studio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abPp





logoEV