Volley: la Lube mura anche l'Altotevere (3-0) confermandosi in testa

5' di lettura 23/11/2014 - Cucine Lube Banca Marche inarrestabile in campionato, e ancor più in casa.

I campioni d'Italia rispettano il pronostico della vigilia battendo l'Altotevere per 3-0 (26-24, 25-20, 25-14), incanalando dunque la sesta vittoria su sei in Superlega UnipolSai (la quinta col massimo scarto), ma anche la ventiseiesima consecutiva davanti ai propri tifosi, considerando anche coppa Italia e impegni europei. Una striscia iniziata addirittura nell'ottobre del 2013, che attualmente la conferma sulla poltrona più alta della classifica insieme a Modena.

Senza Sabbi, a riposo per un problema muscolare e rimpiazzato da Fei (14 punti con 3 muri e 1 ace), la formazione allenata da Alberto Giuliani trema soltanto nel parziale d'apertura, in cui gli ospiti privi dell'infortunato Baroti, degnamente sostituito da Maric (nel primo set 5 punti, come l'applauditissimo ex di turno Randazzo), arrivano a conquistare ben due point (22-24): il primo viene annullato da Stankovic, il secondo da Kovar bravissimo a sfruttare le difese in serie firmate rispettivamente da Parodi (utilizzato ad hoc in seconda linea per Kurek) e Stankovic. E il medesimo martello di origini ceche, tornato in campo dopo lo stop forzato di una settimana per un problema al ginocchio (parte in panca Parodi), conquista poi anche la palla set per i campioni d'Italia, subito trasformata da Podrascanin, con un muro ai danni di Randazzo (26-24).

Nel secondo set la squadra umbra tiene botta fino a quota 9, poi la squadra cuciniera prende il largo spinta dall'efficacia del muro (4 vincenti), dai ritrovati meccanismi in attacco (7 punti per Fei col 60% di efficacia), e anche dagli errori in attacco degli avversari (4). I marchigiani, che a partire da questo parziale propongono per la prima volta assoluta anche una staffetta in campo tra i liberi (in campo Henno per la ricezione e Paparoni per la difesa), nel terzo set domano l'Altotevere senza affanni di sorta, chiudendo di fatto la gara già dopo il pallone del 15-9 schiantato a terra da Kurek. Montagnani, come già avvenuto nel parziale precedente, prova a raddrizzare la situazione attingendo a piene mani dalla panchina, senza però trovare i risultati sperati. Michele Baranowicz viene incoronato miglior giocatore della gara dai giornalisti presenti, mentre Bartosz Kurek è il top scorer con 15 punti (57% in attacco, 1 muro e 1 ace).

Il tabellino

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei 14, Henno (L1), Parodi, Paparoni (L2), Stankovic 5, Sabbi 13, Monopoli n.e., Bonacic n.e., Shumov 2, Kurek 15, Baranowicz 7, Podrascanin 7. All. Giuliani.

ALTOTEVERE CITTA’ DI CASTELLO-SANSEPOLCRO: Franceschini n.e., Teppan, Lensi, Corvetta 1, Dolfo 3, Daldello, Tosi (L), Della Lunga 4, Aganits 5, Maric 9, Randazzo 10, Mazzone 8. All. Montagnani.

ARBITRI:Puecher (PD) – Frapiccini (AN).

PARZIALI: 26-24 (29’), 25-20 (25’), 25-14 (24’).

NOTE: Spettatori 2035, incasso 7980 Euro. Lube bs 10, ace 5, muri 13, errori 8, ricezione 37% (15% prf), attacco 50%. Città di Castello San Sepolcro bs 5, ace 3, muri 5, errori 8, ricezione 49% (37% prf), attacco 37%.

Le parole del dopo-gara

ALBERTO GIULIANI: “Stasera siamo andati bene in alcuni aspetti, mentre in altri abbiamo stentato per tutto l’arco della partita. Il cambio palla non mi è piaciuto molto, ho visto delle disattenzioni da parte nostra su cui bisognerà lavorare: abbiamo all’orizzonte un periodo molto tosto e non possiamo sicuramente presentarci in queste condizioni. Sabbi? Uno strappo addominale può andare per le lunghe, dobbiamo valutare con lo staff medico la data del rientro. Anche Stankovic non era al meglio ma è sceso con in campo ugualmente ed ha sfoderato una buona prestazione. Stasera siamo stati anche un po’ conservativi in battuta, sbagliando poco ma dall’altra parte senza trovare molta incisività. Dobbiamo ora approfittare di questa settimana di lavoro per riposarci un po’ e alzare il livello di gioco, per essere pronti ai prossimi difficili impegni che dovremo affrontare”.

JIRI KOVAR: "Bene il recupero alla fine del primo set, ma non siamo stati bravi a farli arrivare fino al set ball: quindi un avvio di partita da rivedere, poi abbiamo preso il via nel resto del match fino al 3-0 finale. Sono tornato ad allenarmi venerdì e ora sto meglio. Tra una settimana torneremo a giocare di nuovo in campionato, ci attende la gara di Trento: finora abbiamo avuto degli impegni agevoli, ma non vedo l'ora di iniziare a giocare le partite che contano".

ALESSANDRO FEI: "Abbiamo giocato bene stasera, un po' contratti all'inizio ma è normale visto che ero in campo io e la squadra non era abituata. Oltre all'assenza di Sabbi anche Stankovic non era al meglio, per fortuna siamo riusciti a prendere il pallino del gioco in mano e a chiudere bene l'incontro dopo il primo set. L'importante era concludere con un altro successo questa settimana: adesso ci aspettano Trento e Belgorod, sarà importante lavorare molto bene in questi giorni privi di impegni in vista di questi appuntamenti tosti".

MICHELE BARANOWICZ: "L'Altotevere è partito bene, sbagliando pochissimo soprattutto al servizio e in attacco. Abbiamo però tenuto duro nel finale di primo set e poi abbiamo chiuso il match come volevamo noi: una bella prova. Dobbiamo essere pronti alle prossime partite difficili contro squadre forti come Trento e Belgorod, stiamo lavorando bene nonostante qualche problema fisico dell'ultimo minuto. Stiamo comunque mettendo da parte dei punti importanti, consapevoli che nelle prossime partite dovremo veramente dare il massimo per portare casa al successo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2014 alle 20:34 sul giornale del 24 novembre 2014 - 497 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abWU





logoEV