Volley: la Medea perde lo scontro al vertice

4' di lettura 24/11/2014 - La Medea perde lo scontro al vertice e recrimina per un risultato che poteva essere ben diverso in una partita che ha regalato un ottimo spettacolo di pallavolo.

Il 3-1 finale (25-22, 20-25, 18-25, 23-25) in favore della Monini Spoleto racconta di una gara dai due volti per i bianco verdi, concreti e concentrati nel primo e quarto set, fallosi e poco incisivi negli altri due. Dall'altra parte della rete la Monini si e' confermata squadra competitiva e con giocatori di assoluto valore in grado di fare la differenza nei momenti decisivi, anche se nel complesso la Medea ha dimostrato di non essere inferiore e di poter giocare alla pari. Buon avvio degli ospiti in apertura con un break di 3-0 ma la formazione di Francesco Bernetti non molla e resta aggrappata agli avversari, riuscendo prima a ricucire il gap e trovare poi il sorpasso sul turno al servizio di Pison. Spoleto soffre in ricezione, sbaglia qualcosa di troppo in attacco e il muro (bene Molinari e Fiori) e il contrattacco Medea (Marra e Paterniani chirurgici) fanno il resto.

L'entusiasmo si spegne presto però nel secondo set perché Spoleto si riscuote e preme sin da subito e si porta a condurre sul più cinque con la Medea imprecisa in ricezione e fallosa in attacco. Gli ospiti però hanno una pausa sul 20-14 e la squadra di casa ci crede e con Leonardo Scuffia, appena entrato, riducono lo svantaggio fino al meno due ma un Vigilante super permette l'allungo decisivo alla Monini al rientro dal time out. Corsa ad inseguire anche nel terzo set per la Medea che stavolta si arrende alla distanza per i troppi errori gratuiti. Il capolavoro a metà e' nel quarto set. I ragazzi di Bernetti ritrovano in un colpo cattiveria agonistica, precisione e concretezza e giocano su ritmi alti che mettono in crisi gli avversari. Il muro e' invalicabile, la ricezione funziona e l'attacco macina punti per un vantaggio massimo che arriva a cinque lunghezze e con Spoleto tenuta a galla da alcuni errori arbitrali nei momenti chiave. La Medea commette la leggerezza di innervosirsi troppo e non fa i conti con l'esperienza degli spoletini che ricuciono lo strappo e si portano avanti sul 21-22.

Il finale e' teso e tirato e sul 23 pari, dopo un'altra contestazione arbitrale, sono un errore al servizio di Molinari e un attacco out di Marra a regalare i tre punti agli ospiti. Un vero peccato perché il tie break era davvero ad un passo ed avrebbe portato in eredità almeno un punto importante per la classifica. In casa Medea restano la soddisfazione di aver giocato alla pari con la squadra più forte del girone e la consapevolezza di dover lavorare su alcune situazioni di gioco che, contro squadre attrezzate e navigate, vengono spesso pagate a caro prezzo. Il bilancio della partita e delle prime sei giornate e' comunque positivo e il turno di riposo sarà utile per ricaricare le energie e lavorare in palestra. Al ritorno in campo tra due settimane altra sfida casalinga il 6 dicembre alle 18 contro la Ledlink Perugia, avversaria insidiosa ma ideale per tornare a vincere.

Altro stop netto anche per la serie D nella sesta giornata del girone B con i ragazzi di Martusciello battuti 3-0 (25-16, 25-19, 25-23) a San Severino Marche contro i locali della Sios. Male nel primo set I biancoverdi che non riescono ad entare in partita, partono in sofferenza e recuperano nel secondo fino al 19 pari prima di subire il filotto di 6-0 che consegna il set ai settempedani. Equilibrio nel terzo ma la rimonta si ferma sul più bello e in un finale tirato la spuntano ancora I locali. Terzo stop consecutivo per I biancoverdi, fermi al palo a quota sette punti al sesto posto nel girone.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2014 alle 17:48 sul giornale del 25 novembre 2014 - 487 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, volley, Montalbano volley

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abZU