Agli “Incontri d'Autunno” del Circolo Aldo Moro ritorna don Antonio Sciortino

Incontri d'Autunno 1' di lettura 26/11/2014 - Possiamo cambiare questa situazione di crisi politica, economica, morale, che si ripercuote soprattutto sui giovani e sulle famiglie? Quanto conta partire da se stessi per risvegliare il Paese? Temi importanti rispetto ai quali il Circolo Aldo Moro tenterà di avviare un approfondimento insieme a don Antonio Sciortino.

Il direttore di Famiglia Cristiana torna a Macerata ospite degli “Incontri d’autunno”, dopo l'eco suscitato l'anno scorso a seguito dell'intervento sull'integrazione degli immigrati in tempo di crisi. Prete libero, a volte scomodo, animato dalla grande capacità di rivolgersi anche ad un pubblico laico grazie all'autorevolezza che gli viene unanimemente riconosciuta, don Sciortino affronterà i problemi sociali e politici di oggi, in una prospettiva critica e costruttiva: “Il vero guaio dei nostri giovani - anticipa - siamo noi adulti, che adulti non siamo mai diventati. È vero che la famiglia, oggi, ha tanti problemi, ma non è il problema del Paese. Mettendo in atto una rivoluzione copernicana, bisogna cominciare a considerarla come una risorsa, anzi la principale risorsa”.

L'appuntamento è venerdì 28 novembre alle 21, alla Domus San Giuliano di via Cincinelli. “Sentinella, quanto resta della notte?” è il titolo scelto per la serata che viene introdotta da Angelo Sciapichetti, consigliere regionale del Pd.

Al termine, come sempre, ampio spazio alle domande e al dibattito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2014 alle 20:24 sul giornale del 27 novembre 2014 - 489 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ab7Y