Volley: vittoria della Medea Montalbano nella gara di andata della semifinale play off promozione di serie B2

3' di lettura 19/05/2015 - Alla Medea non tremano le gambe nell’esordio assoluto nei play off di serie B2 e con carattere e grinta arriva la prima vittoria nella gara di andata della semifinale. Di fronte ad un grande pubblico alla palestra F.lli Cervi, i bianco verdi battono 3-1 (21-25, 25-19, 25-15, 25-18) la Barani Group Arvalia Roma e mettono sin da subito le cose in chiaro riguardo le intenzioni di passaggio del turno.

Le due squadre si conoscevano in parte dopo il torneo amichevole disputato ad inizio stagione in quel di Montorio al Vomano, con la vittoria della Medea in quella circostanza che già allora aveva fatto intravedere le caratteristiche peculiari delle due squadre: fluidità di gioco, imprevedibilità e grande tecnica per la Medea, fisicità nel gioco offensivo e buona organizzazione difensiva per i laziali. Un campionato dopo, le due squadre si sono affrontate di nuovo, stavolta con in palio un risultato importante e con tanta pressione sulle spalle.

Formazione tipo per coach Bernetti (Pison-Scuffia, Molinari-Fiori, Marra-Paterniani, Quaglia) che sceglie la maggiore esperienza di Fiori al centro e si affida ad un ritrovato Scuffia, non brillantissimo nell’ultima uscita di regular season contro Tor Sapienza ma vero mattatore con 21 punti contro i romani. Ma in casa Medea la convinzione generale è che questo gruppo dà il meglio di sé davanti alle difficoltà e alle grandi motivazioni e così è stato anche in questa partita.

Nel primo set i bianco verdi hanno faticato a sciogliersi, contratti forse per un po’ di emozione, e così i romani hanno fatto loro la scena con un gioco efficace sia al centro che in banda in attacco e una copertura difensiva molto solida, che ha tolto punti di riferimento alla Medea e messo sotto pressione la squadra di Bernetti.

Chi presagiva un esito negativo è stato puntualmente smentito però, perché la squadra si è subito ricompattata, ha tirato fuori il carattere e rimesso in moto i suoi meccanismi di gioco ben oliati. Il servizio ha ricominciato a martellare la ricezione avversaria, il muro si è fa sentire e il contrattacco orchestrato magistralmente da Pison ha portato in dote punti pesanti, con le bande sempre presenti alla chiamata del regista. Nel finale di set un piccolo calo di concentrazione costringe coach Bernetti a cambiare palleggiatore e l’ingresso di Tommaso Grassi dà la sterzata decisiva al set. Pison rientra nel terzo set ma la partita ha ormai un nuovo padrone, la Medea. Il rendimento costante e di alto livello in tutti i fondamentali permette al palleggiatore di orchestrare il gioco in prima linea in modo fluido e imprevedibile, lasciando solo scampoli di gloria agli avversari, e permettendo a tutti gli attaccanti di chiudere la partita in doppia cifra, un dato che da solo evidenzia lo strapotere complessivo della Medea. Il quarto set è una fotocopia del terzo e il risultato finale testimonia di una superiorità marcata in tutti i fondamentali. Domenica 24 maggio alle ore 16 il match di ritorno sarà comunque una battaglia perché l’Arvalia fa del suo palasport un arma in più e la Medea avrà bisogno di giocare su questi ritmi per chiudere subito la contesa e non rischiare di rimettere in corsa la squadra romana. “Sarà una partita dura perché questa squadra ha i mezzi per metterci in difficoltà – il commento a fine gara dello scout man Andrea Stortoni – e ci aspetteranno al varco non avendo più nulla da perdere, ma noi siamo convinti dei nostri mezzi e andremo là per vincere e conquistare la finale”.

Nell’altra semifinale, da cui uscirà la seconda finalista secondo l’accoppiamento del tabellone, la Mde Montorio al Vomano ha espugnato per 3-1 il campo della Polisportiva Sarroch, mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno, che i teramani si giocheranno di fronte al pubblico amico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2015 alle 19:39 sul giornale del 20 maggio 2015 - 457 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, volley, Montalbano volley

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajD2