Treia: festa grande intorno a padre Luigi Coppari, missionario cappuccino in Benin

2' di lettura 19/09/2015 - Domenica 20 settembre a Treia sarà festa grande intorno a padre Luigi Coppari, missionario cappuccino in Benin. Padre Luigi ha fatto rientro in Italia per un breve periodo di riposo e per festeggiare i suoi 50 anni di vita sacerdotale. La cerimonia si terrà in Cattedrale, alle ore 11.00, in concomitanza con la Prima Comunione di 24 bambini.

Il Sindaco e l’Amministrazione comunale presenzieranno alla Cerimonia e nell’occasione verrà conferito un solenne encomio a padre Luigi, quale riconoscimento dei meriti conseguiti per la lunga e importante attività svolta nei 50 anni di vita sacerdotale e quale testimonianza di stima e di riconoscimento sincero all’uomo di fede, che ha dedicato la propria vita al servizio degli altri, portando una concreta testimonianza di solidarietà umana e cristiana a popolazioni bisognose di aiuto.

Padre Luigi Coppari, nasce a Treia il 21 ottobre 1940; trascorre i primi anni di vita a San Lorenzo e poi a Santa Maria in Piana; il 4 ottobre 1952 fa ingresso al seminario serafico dei cappuccini a Fermo. A conclusione del percorso di studi, il 24 ottobre 1965 a Loreto viene ordinato sacerdote e il successivo 31 ottobre celebra la prima messa novella proprio, a Treia, nella sua amata Santa Maria in Piana. Negli anni successivi ha proseguito gli studi e poi un susseguirsi incessante di attività in diverse città della nostra Regione e da ultimo a Loreto.

Poi una svolta: l’11 gennaio 2001 parte per la missione dei Cappuccini delle Marche in Benin e dal 2011 è Superiore della Missione del Benin. Negli anni di vita sacerdotale molte opere di impegno sociale e nella attività di missionario, in Benin, la creazione di due case, una destinata a piccoli orfani, l’altra a giovani provenienti dalla campagna, per seguire corsi di studio e di formazione professionale. L’ultimo progetto, in ordine di tempo, prevede la creazione di un grande studentato di Teologia a Lokossa (nel sud ovest del Paese) e una nuova parrocchia a Cotonou, a cui si aggiungerà un Dispensario e un campo di calcio per i giovani.

Una vita dedicata agli altri, a tante persone che hanno bisogno di sostegno morale ma anche, e in alcuni casi soprattutto, di aiuto materiale.
L’amministrazione comunale di Treia, facendosi portavoce della cittadinanza treiese, custode di valori umani e cristiani, intende esprimere a padre Luigi la propria gratitudine per il luminoso esempio di carità cristiana e di generosità.

A padre Luigi gli auguri del Sindaco, della Amministrazione comunale e dell’intera comunità treiese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2015 alle 16:01 sul giornale del 21 settembre 2015 - 920 letture

In questo articolo si parla di attualità, treia, Comune di Treia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoiO





logoEV