Tolentino: chiarimenti dell'Amministrazione sulla vicenda dell’asilo nido “N. Green”

Comune di Tolentino 5' di lettura 20/10/2015 - In questi ultimi mesi la vicenda dell’asilo nido “N. Green” ha fatto molto discutere a Tolentino. A tal proposito va ricordato che l’Amministrazione Comunale considera obiettivi prioritari della propria attività amministrativa l'adeguamento, la messa a norma e il potenziamento delle funzionalità degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e che a tal fine ha già avviato e concluso diversi interventi, come quelli che hanno interessato la scuola Don Bosco e la scuola Bezzi, che sono state oggetto di recenti lavori di adeguamento alle vigenti norme di sicurezza.

Nel corso del corrente mese sono stati appaltati anche i lavori di adeguamento sismico e miglioramento dell’efficienza energetica presso il complesso scolastico Lucatelli.
In questo contesto generale l’asilo nido di proprietà comunale Nicolas Green, situato in piazza Ugo La Malfa, edificato negli anni '80 e pur rientrando al momento nei parametri di legge, a breve avrà necessità di interventi su impianti ed altre parti (così come risulta dalla relazione dell'Agenzia delle Entrate del 16.06.2015) con considerevole dispendio di risorse comunali.

Per tutti questi motivi, per dare attuazione alle finalità perseguite dall'Amministrazione
Comunale di dotare la città di Tolentino di adeguate strutture scolastiche, rispondenti alle vigenti normative di sicurezza e a più moderne esigenze funzionali, è stato ipotizzato di provvedere alla costruzione di un nuovo asilo dell'asilo Nicolas Green, in prossimità della scuola Rodari-King, nell'area già di proprietà comunale, considerata idonea ad accogliere una nuova scuola.
Questa soluzione è apparsa urbanisticamente la più corretta in quanto consente la creazione di un polo scolastico unitario, dove possono trovare spazio l'asilo nido, la scuola dell'infanzia e la scuola elementare, rendendo disponibile nel contempo un’area di proprietà comunale all’interno del tessuto urbano, che l’Amministrazione Comunale intende valorizzare prevedendone un uso ed una destinazione diversi.

Pertanto la Giunta municipale ha preso atto dello studio di fattibilità predisposto dal Responsabile dell'Area Urbanistica arch. Antonio Migliorisi relativo alla realizzazione del nuovo asilo nido in zona Pace e riqualificazione dell'area circostante a verde pubblico, nonché di un Quadro Tecnico Economico che prevede i relativi oneri finanziari e di prendere atto della stima, a firma dello stesso funzionario, del valore dell'area di proprietà comunale: realizzazione nuovo asilo nido e riqualificazione dell'area a verde pubblico € 1.725.029,80, valore dell'area di proprietà comunale € 2.029.960,00. Dalla differenza tra il valore dell’area e la spesa di realizzazione del nuovo asilo e del parco pubblico scaturisce un benefit per il Comune di circa 300 mila euro da destinare a finanziare la costruzione di un nuovo ponte per l’attraversamento del fiume Chienti, alternativo al Ponte del Diavolo.

La Giunta ha anche stabilito di valorizzare l'area, attraverso una apposita variante urbanistica al vigente Piano Regolatore Generale che ne preveda la nuova destinazione commerciale, e del fabbricato attualmente destinato ad asilo nido.

L'arch. Antonio Migliorisi ha in avanzata fase di redazione il progetto preliminare del nuovo asilo nido da realizzare e del parco pubblico circostante, da mettere a base della gara di appalto per la costruzione del nuovo edificio scolastico e riqualificazione dell'area circostante a verde pubblico.
La verifica di questo progetto preliminare ( e successivamente anche delle fasi progettuali definitiva ed esecutiva) è stata affidata all'organismo di ispezione, accreditato ai sensi della normativa europea sulla qualità, “Progetto Costruzioni Qualità PCQ srl” Spinoff dell'Università Politecnica delle Marche e con sede ad Ancona.

Il Titolare P.O. Area Lavori Pubblici ing. Barbara Capecci, è stato nominato Responsabile del Procedimento dell'intervento della progettazione ed esecuzione dei lavori di realizzazione del nuovo nido d'infanzia in zona Pace e riqualificazione area circostante a verde pubblico.
Infine la Giunta municipale ha dato mandato al Responsabile dell'Ufficio Appalti e Contratti alla predisposizione del bando della gara di appalto una volta approvato e verificato il progetto preliminare.

Come più volte illustrato, anche nel corso di un esauriente incontro pubblico tenutosi all’Auditorium San Giacomo al fine di procedere alla realizzazione degli interventi indicati e in particolare al fine di valorizzare l'area di proprietà comunale all’interno del tessuto urbano avente attualmente destinazione urbanistica F5 – Aree a uso pubblico a verde e per servizi di quartiere, si rende necessario attivare una variante urbanistica, prevedendo per l'area in questione una nuova destinazione commerciale, conformemente a quelli che sono gli intendimenti dell'amministrazione.

Come previsto dalla specifica normativa di settore nell'ambito degli appalti relativi a lavori, la progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori stessi può essere effettuata, sulla base del progetto preliminare fornito dall'amministrazione aggiudicatrice, nell'ambito dello svolgimento di una gara d'appalto integrato e in sostituzione totale o parziale delle somme di denaro costituenti il corrispettivo del contratto il bando di gara può prevedere il trasferimento della proprietà di beni immobili appartenenti all'amministrazione aggiudicatrice all'affidatario. Questa procedura può essere utilizzata per la realizzazione dei lavori di costruzione del nuovo asilo nido nell'area adiacente al complesso scolastico Rodari-King, prevedendo la sostituzione del corrispettivo del contratto con la cessione in proprietà dell'area dove insiste l’attuale fabbricato destinato ad asilo nido e dei relativi diritti edificatori, che verranno determinati con la vigenza della variante urbanistica.

Quindi, si è stabilito che solo dopo aver acquisito la verifica del progetto preliminare la Giunta Comunale indirà una gara di appalto per la costruzione del nuovo edificio scolastico con pagamento in corrispettivo la cessione dell'area e dell'attuale asilo, nonché i diritti edificatori che verranno assentiti su tale area con la già citata variante urbanistica.

L'Amministrazione ha dato mandato al Responsabile dell'Area Urbanistica arch. Antonio Migliorisi di predisporre un progetto preliminare da mettere a base della gara di appalto per la costruzione del nuovo edificio scolastico e riqualificazione dell'area circostante a verde pubblico, progetto redatto dalla stazione appaltante che necessita della suddetta verifica prima dell'approvazione e dell'inizio delle procedure di affidamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2015 alle 18:28 sul giornale del 21 ottobre 2015 - 621 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apsw





logoEV
logoEV