Treia: la Pro Loco celebra il 50° anniversario dalla fondazione

7' di lettura 16/11/2015 - La Pro Loco di Treia ha raggiunto un traguardo prestigioso: per celebrarlo, due giorni di festeggiamenti, per ripercorrere una storia lunga e intensa, segnata da tanti momenti di gioia e di festa, che hanno accompagnato la vita dei treiesi negli ultimi 50 anni, con l’ideazione e la realizzazione di tanti eventi che hanno assunto negli anni un ruolo centrale nella vita sociale e culturale della Città: dalla Sagra del calcione, prodotto tipico di Treia, alla Magnalonga, fino al più recente Festival della Birra Artigianale, passando per tanti momenti di festa dedicati alla Città, ma anche ai tanti turisti che visitano Treia e sono accolti con gentilezza e disponibilità dai volontari e dai giovani del servizio civile.

Un prestigioso fiore all’occhiello per una Città che merita di essere scoperta e valorizzata.
Sabato 14 novembre, nella suggestiva cornice del Teatro comunale di Treia, una serata dedicata alla storia della Pro Loco con testimonianze, ricordi e proiezione di filmati e foto; sono stati rievocati i momenti salienti della vita della ProTreia, con testimonianze del Presidente Francesco Pucciarelli, del Presidente dell’Unpli Marche Mario Borroni, del Sindaco di Treia Franco Capponi, dell’Assessore alla Cultura Edi Castellani, di don Giuseppe Branchesi Socio Fondatore della Pro Treia, insieme al compianto don Franco Giustozzi e di alcuni dei ragazzi che con il loro brio e la loro freschezza, danno un tocco inconfondibile alla attività dell’Associazione. In questa circostanza è stato presentato anche lo stendardo, realizzato per l’occasione e destinato ad accompagnare l’attività futura della Pro Treia. Un video emozionante, con una raccolta di foto e documenti, ha permesso di condividere con tutti i presenti i momenti più belli dei 50 anni di vita della Pro Loco. Il concerto della band “7 in condotta” ha allietato la parte finale della serata.

Alla luminosità della serata di sabato ha fatto seguito la solennità della giornata di domenica, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale. Alla presenza dell’Assessore regionale alla cultura Moreno Pieroni, del Presidente provinciale dell’Unpli, Sergio Giorgi e dell’amministrazione comunale, ha avuto luogo la toccante cerimonia della consegna dei riconoscimenti ai Soci Fondatori e ai Presidenti che negli anni si sono succeduti. Molti di questi ultimi sono scomparsi, anche prematuramente, ma hanno lasciato ognuno un segno indelebile dei valori e della forza dell’associazionismo.

La giornata è proseguita con la celebrazione della S. Messa e il pranzo sociale: un vero e proprio momento di serenità, senza dimenticare gli episodi tragici degli ultimi giorni, che sono un monito all’umanità ed uno sprone ad impiegare forza ed energia per costruire un mondo migliore, anche attraverso il volontariato.
Su questi ultimi aspetti e sui valori veri della vita, l’onestà, la trasparenza e il rispetto si è ripetutamente soffermato il Presidente della Pro Treia, Francesco Pucciarelli, che ha più volte ricordato quanto sia importante fattore di coesione la voglia di impegnarsi e di costruire per amore della Città e del territorio che la circonda.

Un dono di grande valore simbolico, in luogo dei tradizionali confetti color oro, è stato fatto ai partecipanti: un vasetto di miele accompagnato da una pergamena. Nella pergamena la descrizione del significato profondo della attività della Pro Treia: “ORO” Un piccolo dono, con un grande significato. Ogni goccia di questo miele è il frutto del paziente impegno di tante api instancabili: con un lavoro di squadra dal fiore traggono il nettare che diventerà Oro. Il nostro Oro è il lavoro di tanti volontari che per 50 anni hanno donato alla Pro Treia Tempo, Passione ed Energia, per far sì che la nostra Città sia conosciuta ed amata dai suoi cittadini ed oltre i suoi confini. Assaggiando ogni goccia di questo Oro, apprezziamo il sapore intenso del nostro impegno”.

Dal 1965 ad oggi un percorso instancabile, senza pause, senza interruzioni: un punto di riferimento per la vita sociale e culturale della Città di Treia.
Sono tanti i treiesi, innamorati della propria Città, che hanno dedicato una parte importante della propria vita per far crescere questa associazione che poggia le proprie fondamenta sul volontariato e sul desiderio di accogliere e far sentire come a casa i tanti turisti che ogni anno visitano Treia e i molteplici tesori che essa racchiude.
Tuttavia, la ragion d’essere della Pro Treia non è solo l’accoglienza e l’attività di informazione, di visite turistiche ai Musei e di promozione turistica.

Esiste forte ed è ben salda la vocazione ad essere uno strumento di coesione sociale e di valorizzazione del territorio e delle sue tipicità: i 50 anni della Sagra del calcione sono la viva testimonianza della forza della Pro Treia, che ha trovato altri modi di esprimere la propria capacità propositiva. Poi occorre ricordare la Magnalonga, oramai collaudata proposta, mirata alla scoperta del nostro splendido territorio all’insegna delle tipicità locali, del più recente Festival della birra artigianale: esempi concreti della vitalità dell’Associazione, senza dimenticare l’emozionante esperienza del Presepe vivente!
Tutte queste iniziative, di grande successo, rappresentano la prova che la voglia di mettersi in gioco e di fare squadra producono sempre frutti generosi.

Tante sono le belle pagine scritte dalla Pro Treia e da tutti coloro che ne hanno rappresentato l’anima nei 50 anni di attività. Tante ne sono ancora da scrivere: l’auspicio è che non manchi mai l’entusiasmo e l’energia per fare di ogni evento una vera festa e un omaggio a Treia, alla nostra comunità, alla nostra Regione, con il sempre maggiore coinvolgimento di giovani.

L’Associazione Pro Treia è giunta al compimento del 50° anniversario della sua fondazione.
E’ nostra intenzione celebrare e festeggiare questo importante traguardo insieme con le persone che negli anni hanno generosamente dedicato il loro tempo e le loro energie alla crescita ed al continuo miglioramento della Pro Loco, facendone un punto di riferimento di eccellenza Regionale per la promozione del territorio e l’accoglienza turistica.

La costanza e la serietà dell’operato della nostra Associazione, da sempre iscritta all’UNPLI Nazionale, hanno portato nel corso degli anni a grandi risultati: tra questi possiamo ricordare, fin dall’anno di fondazione, l’organizzazione della Tradizionale Sagra del Calcione e del Raviolo; poi negli anni ’80 la denominazione di Ufficio I.A.T., e nei primi anni 2000 l’entrata nel circuito del Servizio Civile Nazionale UNPLI, grazie al quale tutt’ora formiamo ogni anno giovani volontari nella nostra sede, aperta ogni giorno al servizio della città e del territorio.
Ritrovarci tutti, dopo cinquant’anni di storia, sarà quindi l’occasione per celebrare e ricordare con orgoglio il nostro glorioso passato ed insieme per confrontarci ed immaginare l’altrettanto radioso futuro che ci attende.

Per questo abbiamo il piacere e l’onore di invitarLa, insieme con i Suoi familiari, amici e conoscenti a partecipare attivamente al programma che l’attuale Consiglio Direttivo della Pro Loco ha stilato:

SABATO 14 NOVEMBRE 2015: ore 21.00 presso il Teatro Comunale serata dedicata alla storia della Pro Loco con testimonianze, ricordi e proiezione di filmati e foto.
Allieterà la seconda parte della serata uno spettacolo musicale.

DOMENICA 15 NOVEMBRE 2015: ore 9.30 presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale cerimonia di consegna di riconoscimenti alle autorità, ai soci fondatori ed agli ex presidenti dell’Associazione che si sono succeduti negli anni.
A conclusione, ci ritroveremo insieme per la S. Messa che verrà celebrata alle ore 12.30 presso la Chiesa di San Francesco.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2015 alle 15:10 sul giornale del 17 novembre 2015 - 532 letture

In questo articolo si parla di attualità, treia, Comune di Treia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqvq





logoEV