contatore accessi free

Tolentino: controlli speciali senza sosta, ecco il punto della situzione

6' di lettura 27/10/2016 - Continua incessante il lavoro su più fronti del COC di Tolentino (Centro Operativo Comunale) che Era operativo per gestire le oltre duemila richieste di sopralluogo presentate a seguito del terremoto dello scorso 24 agosto.

Subito dopo la prima scossa di mercoledì 26 ottobre i tecnici comunali, insieme alla Polizia locale e ai volontari della protezione civile si sono attivati per rispondere alle prime necessità che si sono venute a presentare. Infatti i tecnici, gli operai comunali, gli agenti della Polizia locale coordinati dal Sindaco e dal Vicesindaco e dal Segretario Sergio Morosi, hanno continuato a rispondere a tutte le chiamate dei cittadini, intervenendo per risolvere effettive situazioni di disagio e problemi. In particolare i tecnici hanno effettuato verifiche nella famiglie che oltre ad avere riscontrato problemi strutturali alle proprie abitazioni, hanno tra i loro familiari persone diversamente abili o con gravi insufficienze motorie.

Ogni situazione è stata valutata attentamente anche dai Servizi sociali. Sono stati effettuati i primi sopralluoghi in diversi edifici, sia pubblici che privati, da parte dei tecnici per verificare l’effettivo stato delle loro abitazioni. Infatti a causa del perdurare delle scosse di terremoto, sempre più cittadini registrano danni nelle proprie abitazioni e stabili e quindi le richieste di controlli e sopralluoghi sono in continuo aumento. Si ricorda che per qualsiasi comunicazione o richiesta di informazione si può contattare la Polizia locale al numero 0733.901263 o in orario di ufficio il centralino del Comune al numero 0733.9011. Una raccomandazione importante: si invitano i cittadini a segnalare i casi di effettiva gravità e di rimandare ai prossimi giorni le comunicazioni delle lesioni superficiali così da rendere il lavoro dei tecnici più agevole e soprattutto indirizzato verso quelle situazioni dove esiste il rischio reale di crollo. Si ricorda ancora una volta che tutte le segnalazioni di danno devono pervenire solo ed esclusivamente al COC allestito nell’Ufficio Polifunzionale, in via San Salvatore (Ufficio Anagrafe ex Caserma Carabinieri).

Si ricorda che i tecnici autorizzati dal Comune sono identificabili da un apposito cartellino di riconoscimento ed effettuano i controlli solo ed esclusivamente dopo che il diretto interessato ha presentato regolare domanda al COC e quindi non si presentano spontaneamente, ma sempre dietro segnalazione del proprietario o inquilino della abitazione. Il Comune di Tolentino visto l’elevato numero di sopralluoghi richiesti dai cittadini a seguito del terremoto, chiede la disponibilità di geometri, ingegneri e architetti per effettuare le prime verifiche statiche degli immobili danneggiati. Chi volesse collaborare e mettersi a disposizione può contattare l’Ufficio Tecnico comunale chiamando il centralino al numero 0733.9011. Attualmente sono chiuse al traffico via Corridoni, via Sparaciari, via Accaramboni, via Pasubio. Transennate parti di piazza Mauruzi, piazza della Libertà e via Lucentini. Rimane chiuso il Palazzo comunale di piazza della Libertà, con gli uffici trasferiti nella palazzina dell’Ufficio Tecnico in quanto la situazione delle mura perimetrali del Comune si è aggravata ulteriormente.

Nuovi peggioramenti anche al Castello della Rancia, Palazzo Parisani – Bezzi e Palazzo Sangallo dove i danni del precedente sisma sono stati acutizzati dalle recenti forti scosse. Messi in sicurezza i merli del torrione di San Catervo. Ne sono stati rimossi quattro che rischiavano di cadere rovinosamente sulle strade sottostanti. Le merlature sono state staccate e quindi verranno poi risistemate al loro posto in un successivo intervento di recupero dello storico torrione. Per effettuare le operazioni di distacco dei merli è stata chiusa per diverse ore, nel pomeriggio, via Nazionale. Chiusa anche la Concattedrale di San Catervo che ha subito diversi distacchi nella cappella che conserva il sarcofago del Santo protettore. Problemi riscontrati anche nel complesso monumentale della Basilica di San Nicola. Transennata la facciata per la messa in sicurezza della balaustra che sovrasta l’intero portale. Chiusa anche la basilica per ulteriori accertamenti anche per il continuo sciame sismico che potrebbe ulteriormente peggiorare situazioni già esistenti. L’Ospedale S. Salvatore è stato oggetto di più verifiche da parte di tecnici del Ministero e da parte dei tecnici dell’Asur. Trasferiti in altre sedi vicine i degenti mentre sono in funzione senza problemi tutti gli ambulatori. Si comunica che il Punto di Primo Intervento rimarrà in funzione h24 fino a data da destinarsi, contrariamente a quanto stabilito dal piano di riorganizzazione in ospedale di comunità del nosocomio tolentinate che doveva scattare il prossimo 3 novembre con l’apertura del punto di primo soccorso solo per 12 ore al giorno. Nessun problema riscontrato per la Casa di Riposo Porcelli. Le scuole rimarranno chiuse, in via precauzionale fino al prossimo 2 novembre.

Le lezioni riprenderanno normalmente in tutte le scuole, di ogni ordine e grado, giovedì 3 novembre 2016. Infatti, per quanto concerne l’attività scolastica, preso atto che gli eventi sismici attualmente in atto stanno provocando danni molto più consistenti a quello che si era immaginato in un primo momento e che pertanto le verifiche sono ancora in corso ed i tecnici interessati non riusciranno a terminate l’attività di controllo in tempi brevi per consentire la riapertura delle scuole. Quindi il Sindaco ha emesso una prima ordinanza con la quale stabiliva la sospensione delle attività scolastiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio di Tolentino nelle giornate di venerdì 28, sabato 29 e lunedì 31 ottobre 2016. Successivamente ha emesso una nuova ordinanza che prolunga la chiusura fino al prossimo 2 novembre. L’accesso agli edifici scolastici sarà consentito solo ed esclusivamente ai tecnici comunali ed ai Vigili del Fuoco per le necessarie verifiche delle condizioni di sicurezza. Proseguono infatti i controlli da parte sia dei tecnici comunali che dei Ministero che dei Vigili del Fuoco che, nei prossimi giorni, effettueranno altre approfondite verifiche, come già fatto a settembre, anche se dai primi accertamenti non sono stati riscontrati danni strutturali. Attivi tre punti di prima accoglienza per trascorrere la notte. Tutti i cittadini possono recarsi: nella tensostruttura degli impianti sportivi della zona Sticchi, ingresso dal campo di calcio Ciommei, nelle vicinanze della piscina comunale. A disposizione 130 brandine; nella palestra della scuola King, piazzale Ugo La Malfa, dove sono stati allestiti 70 posti letto; nei locali della chiesa dello Spirito Santo, in via Brodolini dove sono a disposizione 40 brandine.

Resta inteso che chi decide di usufruire di questi punti di accoglienza deve recare con se cuscini, coperte o sacchi a pelo. Chi è dotato di brandine o letti da campeggio può tranquillamente portarli con se. Predisposto anche, per le situazioni più gravi, un servizio mensa. Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi e tutti i colleghi di Giunta ringraziano tutti i dipendenti comunali, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e le Forze dell’Ordine, i volontari della protezione Civile e quanti si stanno adoperando con abnegazione, spirito di sacrificio e grande professionalità per risolvere tutti i problemi e le situazioni di disagio che stanno sopportando, purtroppo, tantissime famiglie.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2016 alle 21:49 sul giornale del 28 ottobre 2016 - 469 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aCQt