contatore accessi free

"Una luce per Pamela". La città si mobilita per non dimenticare

2' di lettura 05/02/2018 - "Una luce per Pamela". Anche la città si mobilita, martedì a partire dai giardinetti Diaz di Macerata, per non dimenticare i fatti che hanno seminato terrore; una ragazza che ha trovato la morte e un gesto folle di una sparatoria. Forse presenti anche i genitori della giovane uccisa

Dopo gli ultimi fatti l’associazione “l’esistenza Ora" che si occupa di violenza su donne, uomini e minori, con sede a Macerata, tramite Orietta Quarchioni nonché Presidente della stessa, dichiara quanto segue: "Sono profondamente addolorata per gli ultimi accadimenti avvenuti a Macerata, in primis, per la morte di Pamela Mastropietro, una giovanissima ragazza uccisa con modalità di inaudita ferocia, in seguito i fatti ingiustificabili e gravi di un ragazzo che sopraffatto da un raptus di pura follia ha seminato caos e sparato contro passanti extracomunitari. Entrambi i fatti colpiscono profondamente ognuno di noi; come associazione ci stringiamo al dolore della mamma della giovane ragazza; ed al dolore delle persone colpite dai successivi fatti. Per questo motivo ci siamo sentiti il dovere di organizzare una fiaccolata martedì 6 febbraio 2018 con partenza alle ore 20.30 dai Giardini Diaz di MACERATA, fino a Piazza Cesare Battisti, per condannare ad ogni forma di illegalità e di violenza qualunque essa sia.

L’iniziativa l’abbiamo chiamata: "Una luce per Pamela". Non mi posso esimere, altresì, dall’ esprimere le difficoltà che oggi il nostro Paese sta attraversando sullo stato attuale della sicurezza, dell’immigrazione irregolare e incontrollata e dell’illegalità in generale. Dobbiamo tutti insieme tutelare il primato della legge, della sicurezza e dei valori morali del vivere civile, affinchè questi episodi non accadano più. E’ necessario il rispetto delle regole per tutti. Per questo vogliamo mantenere accesa una luce per Pamela perché non ci si dimentichi che quello che è successo a Lei non solo non deve più accadere, ma la tragicità del fatto deve far riflettere ognuno di noi che come afferma il Vescovo di Macerata: "È una morte, quella di Pamela, per la quale l’intera società deve chiedere perdono".

Da queste vicende ognuno di noi ne esce sconfitto e per tentare di far sì che tali accadimenti non succedano più, manteniamo questa luce accesa per Pamela...per non dimenticare ci ritroviamo martedì ai giardini Diaz!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2018 alle 18:24 sul giornale del 06 febbraio 2018 - 275 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, fiaccolata, cordoglio, luci, fatti di macerata, una luce per pamela

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aRn5





logoEV