Attaccata la sede del Gruppo Umana Solidarietà di Piazza Mazzini

1' di lettura 28/02/2018 - Alle tre di lunedì pomeriggio è stata attaccata, con ripetuti lanci di mattoni, la sede del Gruppo Umana Solidarietà di Piazza Mazzini da una o più persone. Un gesto privo di senso, che va a colpire un’associazione che si occupa di accoglienza e integrazione degli extracomunitari giunti nel nostro Paese

Dopo mesi di attacchi strumentali e polemiche dai quali è stato colpito il GUS, dovuti anche ai fatti di cronaca accaduti nella città marchigiana, questo è stato lo straripare di un fiume da ormai troppo tempo in piena.

Ma è il GUS stesso a comunicare di non volersi fermare a causa di un gesto simile, attraverso il proprio sito internet: ‘’Vogliamo ripeterlo con forza e fermezza: il GUS è un’associazione che crede nella pace e nel dialogo, e non si fermerà di fronte ad un gesto violento e vigliacco. Continuiamo in ciò che è giusto senza indugi.’’

Inutile dire che si è trattato di un atto ignobile, volto ad alimentare l'odio ed il razzismo e dovuto a delle persone che, anziché ragionare e cercare di risolvere i problemi, scagliano la propria frustrazione verso chi, invece, i problemi li sta affrontando nel migliore dei modi.

Da parte della Rete degli Studenti Medi Macerata la più grande e sincera solidarietà nei confronti del GUS, assieme all'augurio di poter continuare a lavorare senza più dover tenere conto di vandali e polemiche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2018 alle 10:45 sul giornale del 01 marzo 2018 - 202 letture

In questo articolo si parla di attualità, gus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aR9y





logoEV